Galeazzi: “Morte Maradona, una cosa non sarebbe dovuta succedere. Uno scherzo mi ha fatto male”

Giampiero Galeazzi è intervenuto durante la Domenica In ai microfoni di Mara Venier per raccontarlo a Diego Maradona.

Giampiero Galeazzi, di Domenica In, si è parlato Diego Armando Maradona: “Ho vissuto Maradona come sportivo, ma sono stato anche in grado di passare del tempo con lui fuori dal campo. La gente dice” angelo “o” demone “,” principe “o” tiranno “, non mi interessa. carta, non sta a noi giudicare. Ma una cosa che non doveva accadere: morire così, da solo, come un cane, no, non è giusto. Quindi, purtroppo, alla periferia di Buenos Aires. La battuta che ho sentito e che mi ha fatto molto male è che se Diego fosse stato a Napoli non sarebbe morto, perché i cuori dei napoletani sono grandi che non lo avrebbero lasciato solo ” .

poi Galeazzi Ha aggiunto: “Un campione, un mito, un idolo, non capisco come si possa andare da soli in un appartamento, con il bagno al piano di sopra, i gabinetti che lasciano a desiderare. E le diatribe con la famiglia. So solo che Diego era un’anima buona. Ha peccato, ha sbagliato, sì, ma ha eccitato il mondo intero, Napoli, Argentina. E ha fatto piangere anche la palla perché per me c’è il calcio prima di Maradona e il calcio dopo Maradona. non c’è più non è più lo stesso, è la verità vera che è nel suo messaggio, era il più grande ”.

READ  "Perché stupirsi della Juve di Pirlo come work in progress?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *