Gasly non vede problemi a collaborare con Ocon: “Sono abbastanza maturi”

Gasly non vede problemi a collaborare con Ocon: “Sono abbastanza maturi”

Pierre Gasly entrerà a far parte della squadra alpina la prossima stagione, dove diventerà un compagno di squadra nientemeno che Esteban Ocon. Quindi una formazione tutta francese con la squadra francese. Tuttavia, i due connazionali non hanno un buon passato nel karting, anche se Gasly sottolinea le opportunità offerte dalla collaborazione.

Gasly ha recentemente firmato un contratto pluriennale con AlphaTauri e lì diventerà il compagno di squadra di Ocon. È risaputo che i due piloti francesi non sono affatto amici e quindi sarà ovviamente interessante vedere come andrà a finire. Apparentemente, i due gentiluomini sarebbero stati buoni amici in passato, ma le cose si sono ribaltate nel tempo e le due famiglie non sarebbero state in grado di uscire o vedersi in questi giorni.

passato travagliato

Il pilota AlphaTauri vede l’imminente collaborazione come un’opportunità per lasciarsi alle spalle il tumultuoso passato. “Non si tratta solo del nostro rapporto. Parla delle possibilità di essere compagni di squadra dopo essere andato in kart da bambino di sei anni su una piccola pista vicino alla nostra città natale. Quando nevicava, non c’è nessuno”. riscaldamento. A quel tempo era solo un sogno entrare in Formula 1 e sapevamo che anche uno di noi aveva la possibilità di farcela era quasi impossibile. Ma ora corriamo per la stessa squadra in F1 per un marchio francese”, citazione Motorsport.com.

abbastanza maturo

Il francese continua: “E’ una storia incredibile. Abbiamo avuto alti e bassi nella nostra relazione, ma penso che sia anche un’occasione per dimenticare un po’ quello che è successo in passato. Non sono certo preoccupato. Siamo abbastanza maturi e intelligenti da sapere cosa è meglio per noi, e soprattutto per la squadra”, dice Gasly. Quindi è ottenere più punti possibili per la squadra e questo può essere fatto solo insieme. Ecco perché sono non preoccupatevi, perché è per il nostro bene lavorare bene insieme. Lo sappiamo entrambi molto bene. Siamo entrambi abbastanza intelligenti e maturi per saperlo”.

READ  Vingegaard vincitore del Critérium du Dauphiné, il fuggitivo Ciccone vince l'ultima tappa

GPFans sta cercando sviluppatori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *