Google Chrome è ora più efficiente in termini di memoria ed energia

Google Chrome è ora più efficiente in termini di memoria ed energia

È disponibile l’ultima versione di Chrome: la versione 110. Questa versione implementa le nuove funzionalità Risparmio energetico e Risparmio memoria, lanciate da Google a dicembre. annuncio. Le funzionalità stanno arrivando contemporaneamente alle versioni Windows, Mac e Linux di Chrome. Il processo è semplice: salvare.

Schede inutilizzate nel dimenticatoio

Il browser esegue questa operazione mettendo in sospensione le schede inutilizzate. Molti utenti di Chrome hanno dozzine di schede aperte nel browser: pagine Internet che possono variare in dimensioni da decine a centinaia di MB. Per mantenere veloce il browser, Chrome ha tenuto tutte queste schede pronte finora. Ma costa memoria di lavoro, che può rallentare altri software. “Posponendo” queste schede, Chrome dovrebbe risparmiare memoria.

Specifica tu stesso le eccezioni

Per impostazione predefinita, Chrome inserisce le schede che non vengono utilizzate da molto tempo in questa modalità di salvataggio. Sono ancora visibili, ma devono essere ricaricati quando si fa clic.

In linea di principio, Google Chrome dovrebbe apprendere autonomamente quali schede e pagine vengono utilizzate spesso, in modo da essere rimosse dalla modalità di salvataggio. Gli utenti possono anche indicare se stessi che non desiderano sospendere determinate schede.

Risparmiare il consumo di energia

Oltre alla memoria, Chrome ora promette anche di risparmiare energia. Anche allora, le cose sono nel dimenticatoio. Tuttavia, non l’intera pagina, ma ad esempio effetti visivi, animazioni e video. Gli utenti possono abilitare la funzione manualmente o impostarla per registrare automaticamente quando il loro laptop è al 20% della batteria o scollegato.

Entrambe le funzionalità sono abilitate automaticamente, Google non ha rivelato esattamente quanta energia gli utenti risparmieranno con la funzione di risparmio energetico.

READ  MotoGP Catalogna, nuova penalità per Fabio Quartararo per la tuta aperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *