“I leader di sei Paesi africani parleranno separatamente con Zelensky e Putin”

“I leader di sei Paesi africani parleranno separatamente con Zelensky e Putin”

“I leader di sei Paesi africani parleranno separatamente con Zelensky e Putin”

I leader della Repubblica Democratica del Congo, dell’Egitto, dell’Uganda, del Senegal, dello Zambia e del Sudafrica incontreranno separatamente il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il presidente russo Vladimir Putin. Lo ha annunciato martedì il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa in una conferenza stampa. media internazionali Martedì. I leader parleranno di un “potenziale piano di pace”. Non è ancora chiaro quando si svolgeranno questi colloqui. Secondo quanto riferito, Ramaphosa ha già avuto conversazioni telefoniche con Zelensky e Putin, ma Ucraina e Russia devono ancora confermare i colloqui imminenti.

Nessun Paese africano ha finora aderito alle sanzioni internazionali contro la Russia. Sebbene la guerra in Ucraina stia avendo un enorme impatto sui prezzi del cibo e del petrolio nei paesi africani, non tutti gli africani incolpano Mosca per questo. Inoltre, più di un anno fa, circa la metà dei paesi africani ha rifiutato di approvare una mozione che condannava l’invasione russa dell’Ucraina all’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

L’annuncio dei prossimi colloqui arriva tra le critiche degli Stati Uniti al Sudafrica, che finora ha sostenuto di non prendere posizione nella guerra. L’ambasciatore degli Stati Uniti in Sud Africa, Reuben Brigety, ha dichiarato la scorsa settimana che il Sudafrica stava segretamente fornendo armi alla Russia. Washington è convinta che una nave russa sia tornata in Russia da Città del Capo lo scorso dicembre, carica di armi e munizioni. Ramaphosa in seguito ha risposto dicendo che “la questione è oggetto di indagine”.

Leggi anche: In Africa, la Russia non è un paria

Secondo Ramaphosa, i leader parleranno di un “potenziale piano di pace”. FotoEsa Alexander/Reuters

Stati Uniti: la Russia ordina nuovo stock di droni dall’Iran

La Russia acquisterà nuovi droni d’attacco dall’Iran da schierare in Ucraina. John Kirby, portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, ha detto lunedì, secondo Agenzia di stampa AP. Secondo quanto riferito, le forze russe hanno esaurito le loro scorte di droni precedentemente acquistati dall’Iran e stanno cercando una nuova potenza d’attacco, poiché l’Ucraina sembra aver intrapreso una controffensiva.

“Da agosto, l’Iran ha fornito alla Russia più di 400 droni d’attacco”, ha detto Kirby. “La Russia ha utilizzato la maggior parte di questi droni per attaccare le infrastrutture critiche in Ucraina”. Dal luglio 2022, secondo quanto riferito, la Russia ha acquistato principalmente i droni Shahed-136 relativamente economici, che possono essere inviati a un obiettivo carico di esplosivi.

READ  Suicidio di 20 anni dopo aver investito in Robinhood, i genitori fanno causa all'app

Gli Stati Uniti hanno annunciato nel luglio dello scorso anno che l’Iran avrebbe consegnato centinaia di droni alla Russia. Ciò ha spinto l’Ucraina a sospendere le relazioni diplomatiche con l’Iran.

Leggi anche:I droni kamikaze estremamente economici dell’Iran non sono armi miracolose

“Il capo del gruppo Wagner si è offerto di condividere le posizioni delle truppe russe con Kiev”

Evgeny Prigozhin, il leader del gruppo Wagner, a gennaio ha offerto all’esercito ucraino di condividere le posizioni delle truppe russe, a condizione che Kiev ritiri le sue truppe da Bashmut. chi segnala il Washington Post basato su documenti del Pentagono trapelati.

Prigozhin avrebbe comunicato segretamente con il servizio di intelligence militare ucraino HUR in diverse occasioni. Due anonimi funzionari ucraini hanno confermato al quotidiano statunitense che Prigozhin ha fatto più volte l’offerta per Bachmut, ma che Kiev l’ha respinta perché il governo non si fidava di lui.

Prigozhin si è lamentato pubblicamente in diverse occasioni del fatto che il Ministero della Difesa russo non ha sostenuto sufficientemente i suoi combattenti Wagner con munizioni per avere successo nella battaglia di Bachmut. Le truppe ucraine e russe combattono da mesi per la città nell’est dell’Ucraina.

Prigozhin avrebbe comunicato segretamente con il servizio di intelligence militare ucraino in diverse occasioni. Hot spot fotografico

La Francia fornisce più carri armati e veicoli blindati all’Ucraina

La Francia consegnerà dozzine di carri armati leggeri e veicoli corazzati aggiuntivi all’Ucraina nelle prossime settimane. Lo ha promesso il presidente Emmanuel Macron in una dichiarazione congiunta con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky domenica sera dopo una cena di lavoro a Parigi, riferisce Reuters.

Dopo la cena, durata più di tre ore, Macron ha anche indicato che la Francia sta compiendo sforzi per rafforzare le difese aeree ucraine contro gli attacchi russi. Macron ha confermato che la Francia continuerà a fornire sostegno politico, finanziario, umanitario e militare all’Ucraina per tutto il tempo necessario, afferma la dichiarazione.

La visita di Zelensky a Parigi fa parte di un tour di diversi alleati europei per raccogliere sostegno militare e finanziario in vista di una prevista controffensiva ucraina.

Il presidente francese Emmanuel Macron (a destra) riceve domenica il suo omologo ucraino Volodymyr Zelensky all’Eliseo di Parigi. Foto Christophe Petit Tesson/EPA

Zelenskyj arriva a Parigi per cenare con il presidente Macron

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è arrivato domenica sera a Parigi per cenare con il presidente francese Emmanuel Macron. Durante l’incontro, i due Capi di Stato discuteranno del sostegno militare e umanitario della Francia all’Ucraina.

READ  Il governo del Regno Unito annuncia una presa di posizione più dura contro gli immigrati illegali

Zelensky è stato ricevuto alla base aerea di Villacoublay dal primo ministro francese Elisabeth Borne e dal ministro degli Esteri Catherine Colonna.

avatar di twitter ZelenskyjUa Володимир Зеленський Parigi. Ad ogni visita, le capacità difensive e offensive dell’Ucraina crescono. I legami con l’Europa si rafforzano e aumentano le pressioni sulla Russia. Avrò un incontro con il mio amico Emanuel e parleremo dei punti più importanti del rapporto bilaterale… https://t.co/xDy5KS4hDq

Il presidente Zelensky è arrivato domenica sera alla base aerea di Villacoublay, a sud-ovest di Parigi. Foto Thomas Sansone/AFP

Russia: due alti ufficiali uccisi sul campo di battaglia

Secondo quanto riferito, due ufficiali russi di alto rango sono stati uccisi sul campo di battaglia in Ucraina. Lo riferisce il ministero della Difesa russo domenica nella loro aggiornamento quotidiano. Secondo le agenzie di stampa internazionali, non è comune che il Cremlino condivida informazioni sulla morte del proprio personale militare.

Si tratterebbe dei colonnelli Vyacheslav Makarov e Yevgeny Brovko, che, secondo il ministero russo, sarebbero morti entrambi a Bachmoet. Makarov avrebbe condotto la battaglia in prima linea. Lì, secondo quanto riferito, è stato ferito e in seguito è morto per queste ferite. Brovko ha condotto i soldati in un’altra zona e, secondo quanto riferito, è stato ucciso da schegge. Non è chiaro perché la Russia riferisca di queste presunte battute d’arresto.

Nello stesso aggiornamento, la Russia scrive che l’Ucraina ha compiuto “sforzi frenetici” nelle ultime 24 ore per sfondare le difese russe a Bashmut, dove i combattimenti sono stati feroci per mesi.

Zelenskyj visita Parigi

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è atteso a Parigi alla fine della giornata di domenica. Lo riferisce l’agenzia di stampa francese AFP. Sabato Zelensky si è recato a Roma e domenica prima ha visitato le città tedesche di Berlino e Aquisgrana.

Questa sarà la seconda visita del presidente a Parigi dall’inizio della guerra in Ucraina. L’8 febbraio ha incontrato lì anche il presidente francese Emmanuel Macron e il cancelliere tedesco Olaf Scholz.

Zelensky a Berlino: già quest’anno la sconfitta russa può essere resa “irreversibile”.

L’Ucraina ei suoi alleati potrebbero rendere “irreversibile” la sconfitta della Russia nella guerra contro l’Ucraina quest’anno. Lo ha affermato domenica Volodymyr Zelensky in una conferenza stampa durante la sua visita in Germania. Il presidente ucraino è stato accolto a Berlino, tra gli altri, dal cancelliere tedesco Olaf Scholz. “Ora è il momento per noi di determinare la fine della guerra quest’anno. Possiamo già rendere irreversibile la sconfitta dell’aggressore quest’anno”, ha detto Zelensky.

READ  Coronavirus, in Francia oltre 500.000 casi: quasi 16.000 in 24 ore

La visita in Germania è dominata dagli aiuti militari da 2,7 miliardi di euro annunciati sabato dalla Germania. Dopo l’incontro, Scholz ha promesso che il sostegno tedesco all’Ucraina non sarebbe diminuito. “L’ho detto più volte e lo dirò ancora oggi: sosterremo l’Ucraina finché sarà necessario”. Zelensky ha ringraziato la Germania per il suo sostegno, ma allo stesso tempo ha invitato il cancelliere a fornire anche aerei da combattimento a Kiev. Ciò che Berlino ha finora rifiutato.

Il Cancelliere si è anche rivolto a Mosca nelle sue osservazioni, affermando che “i responsabili di questa guerra saranno assicurati alla giustizia”. Berlino è aperta a un accordo di pace, dice Scholz, “ma questo non significa che dobbiamo semplicemente fermare il conflitto e lasciare che la Russia ci imponga la pace”.

Zelensky ha detto domenica che l’Ucraina è disposta a discutere le proposte di pace per porre fine alla guerra, a condizione che avvengano nel quadro del piano di pace ucraino. In passato, il Cremlino ha anche detto di accogliere con favore qualsiasi iniziativa volta ad “avvicinare la fine del conflitto” in Ucraina. Mosca, a sua volta, ha affermato che una tale potenziale soluzione non dovrebbe discostarsi dagli “obiettivi che Mosca si è prefissata”.

Dopo l’incontro, il cancelliere tedesco Scholz ha promesso che il sostegno tedesco all’Ucraina non sarebbe diminuito. Foto Clemens Bilan/EPA

Zelensky è arrivato a Berlino, visita in segno di nuovo programma di aiuti militari

Volodymyr Zelensky è arrivato a Berlino. Ciò ha spinto il presidente ucraino Domenica mattina su Twitter conosciuto. Questa è la sua prima visita in Germania dall’inizio della guerra in Ucraina. Zelensky, che sabato si è recato in visita a Roma, ha dichiarato nel suo tweet che la visita faceva parte di un “pacchetto molto importante” di consegne di armi a Kiev e della “ricostruzione” dell’Ucraina.

Sabato, il governo tedesco ha annunciato un nuovo programma di aiuti militari per l’Ucraina del valore di 2,7 miliardi di euro. Ciò include la consegna di 30 carri armati Leopard 1, innumerevoli veicoli corazzati, droni, sistemi antiaerei, missili e munizioni. Berlino è sempre stata riluttante a fornire supporto militare all’Ucraina. “Continueremo a trovare l’equilibrio tra fornire il miglior sostegno possibile all’Ucraina e prevenire un’escalation indesiderata”, ha dichiarato lo scorso febbraio il cancelliere Olaf Scholz.

I dettagli esatti del programma di domenica di Zelensky non sono ancora noti. Rapporto dei media tedeschi che domenica mattina si unirà al cancelliere Scholz e al presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *