Il parlamento finlandese vota per l’adesione alla NATO • Ministro ucraino con il suo “amico Wopke”

Il capo della più grande rete di aiuti del mondo ha fatto esplodere i paesi europei e le loro politiche sui rifugiati. Francesco Rocca è Presidente dell’IFRC, l’organizzazione ombrello di tutte le organizzazioni della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa. Dice che l’accomodazione regolare di centinaia di migliaia di rifugiati ucraini mostra che l’Europa ha doppi standard. Laddove vengono accolti a braccia aperte, le persone provenienti dall’Africa o dal Medio Oriente devono intraprendere un viaggio pericoloso e spesso attendere a lungo in una procedura di asilo.

Rocca crede che non ci sia differenza tra qualcuno che fugge dalla violenza nell’Ucraina orientale e qualcuno che cerca di sfuggire all’estremista Boko Haram in Nigeria, per esempio. “Coloro che fuggono dalla violenza, coloro che cercano protezione, dovrebbero essere trattati allo stesso modo. L’etnia e la nazionalità non dovrebbero essere un fattore nel salvare vite”.

La critica non è nuova, è già stata ascoltata anche nei Paesi Bassi. Ad esempio, il sindaco di Westerwolde, dove si trova il centro di asilo Ter Apel, ha affermato che i comuni misura con due misure quando si tratta di accogliere i rifugiati. Ci sono anche comuni che da anni non accolgono richiedenti asilo, ma ora fallo con gli ucraini

Ti chiedi dove e come vengono ricevuti gli ucraini? Abbiamo fatto questo video a riguardo:

Questo browser non è supportato per la riproduzione di video. Aggiorna il tuo browser a Internet Explorer 10 o versioni successive per riprodurre il video.

READ  "Ritrovati resti umani" alla ricerca di un giornalista scomparso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.