Il pilota paralizzato completa Goodwood Hillclimb in Head Tracking Car – Vision and Sound

Sam Schmidt, un ex pilota della IndyCar che è rimasto paralizzato a tutti gli arti in un incidente, ha completato la salita al Goodwood Festival of Speed ​​​​in un’auto modificata. Stava guidando una McLaren 720S con rilevamento della testa e con la bocca.

Le telecamere a infrarossi sul cruscotto dell’auto catturano i movimenti della testa di Schmidt, permettendogli di sterzare a destra ea sinistra. L’autista usa la bocca per accelerare e frenare. Funziona con un dispositivo in cui Schmidt soffia o succhia, rispettivamente per accelerare o frenare.

Secondo a Comunicato stampa Freccia Schmidt ha completato il circuito di 1,86 km quest’anno a bordo di una McLaren 720S modificata. L’azienda mostra una foto, ma nessun materiale video. L’anno scorso, Schmidt ha anche visitato il Goodwood Festival of Speed, poi con la sua Corvette C8 modificata. C’è un video di questa corsa su YouTube.


Sam Schmidt su una McLaren 720S modificata al Goodwood Festival of Speed

Ulteriori dettagli tecnici delle modifiche alla McLaren 720S non sono stati divulgati, ma il sito Web di Arrow descrive come funziona il sistema nella Corvette precedentemente modificata. Quattro telecamere a infrarossi sulla plancia tracciano i movimenti del guidatore, che indossa un casco con quattro sensori a infrarossi. Accelerazione e frenata funzionano soffiando e aspirando un ugello con un sensore di pressione di Freescale. Il suo input viene trasmesso agli attuatori rotanti che azionano i pedali dell’acceleratore e del freno.

Schmidt ha sviluppato la tecnica per poter guidare un’auto nonostante la sua paralisi, in collaborazione con Arrow. Questa azienda sponsorizza anche il team di corse Arrow McLaren SP, che Schmidt ha fondato dopo essere rimasto paralizzato nel 2000. I produttori chiamano la tecnica SAM: Semi-Autonomous Motorcar.

READ  Milan-Inter: ci prova Ibrahimovic, Lukaku ci riesce

Nel 2014, Schmidt ha guidato di nuovo per la prima volta dal suo incidente nel 2000. All’Indianapolis Motor Speedway, ha raggiunto una velocità di 172 km/h. Nel 2015, Schmidt ha partecipato a un campionato di simulatore di corse iRacing, con un simulatore che utilizzava la tecnologia SAM. 25 sim racer professionisti sono entrati e Schmidt ha preso il 16° posto. Nel 2016 Schmidt ha anche partecipato al Pikes Peak-Corsa costiera con la sua Corvette modificata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.