Il presidente Lukashenko conferma che il capo di Wagner Prigozhin è arrivato in Bielorussia |  All’estero

Il presidente Lukashenko conferma che il capo di Wagner Prigozhin è arrivato in Bielorussia | All’estero

Il capo di Wagner, Yevgeny Prigozhin, è arrivato in Bielorussia. Questo è ciò che ha detto il presidente bielorusso Alexander Lukashenko al media statale Belta.

Il Cremlino ha annunciato sabato che Prigozhin si sarebbe trasferito in Bielorussia come parte di un accordo che ha posto fine all’insurrezione del gruppo Wagner. Il capo di Wagner avrebbe posto fine alla ribellione e in cambio avrebbe evitato un procedimento penale.

Dopo l’accordo – con Lukashenko in qualità di mediatore – Prigozhin ha ritirato le sue truppe, ma molto è rimasto poco chiaro. Ad esempio, non si sapeva da tempo se il capo di Wagner fosse effettivamente partito per la Bielorussia.

Prigozhin ha guidato il suo esercito di mercenari verso Mosca durante il fine settimana perché ha affermato di voler impedire che il suo gruppo si sciogliesse il 1° luglio. In questa data, tutti gli eserciti privati ​​sarebbero stati assegnati all’esercito russo. Lunedì ha sottolineato che non c’erano piani per rovesciare il governo in carica a Mosca.

Il presidente russo Putin ha ringraziato lunedì sera i soldati dell’esercito mercenario in un messaggio televisivo per non aver continuato la loro rivolta. Ha detto che le truppe di Wagner potrebbero firmare un contratto con il Ministero della Difesa o andare in Bielorussia come loro leader.

READ  "Si tratta della verità"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *