Juventus, Federico Chiesa sta per tornare ed elegge il suo idolo

federico chiesa è uno dei migliori giocatori di questo terribile 2021 del Juventus. I suoi dollari sull’ala e i suoi inserti sono stati fondamentali Sig.ra per non crollare nei momenti più duri, pur essendo un elemento molto prezioso nella gara di Italia una Euro2020. Il figlio del grande Enrico ha accettato in un’intervista con Repubblica dove ha parlato del suo momento, dei suoi obiettivi e persino dei suoi idoli.

Federico Chiesa rinuncia alle ferie per tornare in campo, fissando anche la data del rientro

Fermato da un infortunio muscolare rimediato nel match contro ‘Atalanta’, Chiesa svela innanzitutto la data del suo prossimo ritorno:

“Devo riprendermi da un infortunio, ho deciso di non andare in vacanza. Voglio essere al 100% entro il 2022. Bisogna pensare partita dopo partita, come ha giustamente detto l’allenatore. Torno con la squadra il 30, ho avuto la sfortuna di farmi male, ma ora dobbiamo fare un buon 2022. Perché l’idea della Juve è sempre quella di vincere ogni partita”.

Per la sua parte, Chiesa tuttavia, valuta positivamente il suo percorso verso voi fino a questo momento:

“Più che positivo. Ma penso solo al 2022 e alla prossima partita (6 gennaio contro il Napoli, ndr). Voglio vincere con il voi e riportalo indietro”.

Gol di Federico Chiesa, direzione Inter e Nazionale

Gli obiettivi di federico chiesa a Juventus per il nuovo anno solare sono abbastanza chiari:

“Sono venuto qui con la mentalità di vincere qualsiasi competizione. Ora puntiamo al Supercoppa contro l’Inter (12 gennaio ndr), poi a Coppa Italia. Per il campionato, vedremo. E siamo agli ottavi di Campioni: c’è tutto da scrivere”.

READ  Inter-Brozovic, incontro dopo Supercoppa: il rinnovo mai così vicino | Prima pagina

Riguardo a Inter, Chiesa crede che il campionato non sia ancora perso nonostante i nerazzurri siano stati finora molto più che positivi:

“Stanno facendo qualcosa di grande, stanno facendo bene e hanno continuità. Dobbiamo restare lì e aspettare i passi falsi di chi ci sta davanti. Ma prima di tutto dobbiamo pensare a noi stessi”.

Capitolo Nazionale. federico chiesa è stato un passo fondamentale nella conquista di europeo parla Italia, con due magnifici gol subiti Austria e Spagna e tanto “garra” che ha aiutato soprattutto nei momenti più bui della finale di Wembley. Il diretto interessato svela i segreti del rappresentante guidato da Roberto Mancini:

“Due. L’entusiasmo dell’allenatore Mancini e il gruppo: gioca sempre per il tuo compagno, fai squadra fino alla fine. Come negli ottavi e nella finale dopo il gol inglese. C’è sempre una grande attesa per ulteriori vittorie. Quello che ci hanno dato gli Europei, magari la qualificazione al Mondiale ci ha tolto: non abbiamo sfruttato le occasioni. Ma negli spareggi torneremo alla squadra che eravamo. Non siamo assolutamente soddisfatti. Dimostreremo che Euro2020 non è stato un episodio ma parte di un percorso vincente”.

Federico Chiesa, il suo idolo è un ex compagno di squadra

Come tutti i giovani anche Chiesa è cresciuto vedendo le gesta di altri campioni del passato. Di certo non ha avuto il tempo di godersi appieno la carriera di suo padre. Enrico, ma nella sua vita ha sicuramente visto tanti campioni, eleggendoli a modelli. Se tre sono i principali, uno ovviamente si distingue da tutti gli altri ed è l’ex compagno del J vento Cristiano Ronaldo:

READ  LA LANTERNA VERDE - CR7 FACI SAPERE… ARTHUR TI FACIAMO SAPERE

Kakà. Del Piero. Ma poi ho avuto la possibilità di passare un anno con uno dei più grandi campioni della storia del calcio: Cristiano Ronaldo. Vederlo dal vivo, la sua dedizione, la sua forza mentale, essere deciso e presente in tutte le situazioni… è stata per me una costante ispirazione. Cristiano è su un altro pianeta. È stato emozionante lavorare con lui e vedere cosa fa per essere così forte”.

OMNISPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.