La Cina inizia le esercitazioni militari intorno a Taiwan sopra Pelosi.

AFP

Notizie ONSModificato

La Cina ha iniziato le esercitazioni militari intorno a Taiwan che il paese aveva annunciato, ha riferito la televisione di stato cinese. Le esercitazioni sono una risposta alla visita della politica statunitense Nancy Pelosi a Taiwan, che Pechino è stata un pugno nell’occhio. Il ministro degli Esteri cinese ha definito la sua visita irresponsabile e altamente irrazionale.

Secondo l’emittente statale, i colpi vengono sparati dal mare e nell’aria intorno a Taiwan. “Sei grandi aree intorno all’isola sono state selezionate per questa esercitazione di combattimento”, riferisce l’emittente. Altre navi e aeromobili non possono entrare in queste aree durante le esercitazioni.

Le autorità di Taiwan affermano che la Cina ha lanciato due missili vicino all’area controllata da Taiwan intorno alle 14:00 ora locale (8:00 ora olandese). Isole Matsu, a pochi chilometri dalla Cina continentale. Secondo quanto riferito, i missili sarebbero stati lanciati contro due delle sei aree designate dalla Cina.

Ecco le sei aree in cui la Cina afferma di condurre esercitazioni militari:

Agenzia di stampa statale cinese Xinhua

Luoghi in cui la Cina ha annunciato esercitazioni militari

L’agenzia di stampa Reuters riporta, secondo una fonte taiwanese, che circa 10 navi cinesi hanno attraversato brevemente la linea mediana dello Stretto di Taiwan, lo stretto tra Cina e Taiwan, la scorsa notte. Secondo quanto riferito, stamattina diversi aerei militari hanno anche sorvolato il confine tra le acque territoriali dei due paesi. Tuttavia, questo deve ancora essere confermato da altre fonti.

In risposta alle controverse esercitazioni militari cinesi, il ministero della Difesa di Taiwan ha affermato che il Paese si stava “preparando alla guerra, non cercando la guerra”.

Il ministro degli Esteri Joanne Ou ha affermato che il governo taiwanese è impegnato a proteggere la sovranità del Paese:

Taiwan: “Rafforzare l’autodifesa”

Nancy Pelosi, presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti e seconda al vicepresidente, ha visitato Taiwan martedì e ieri nell’ambito di un viaggio in Asia.

Fino a poco prima della sua visita, non era chiaro se avrebbe effettivamente visitato il paese dell’Asia orientale, poiché le relazioni tra gli Stati Uniti e Taiwan, che la Cina considera un rinnegato provinciale, sono delicate. La Cina ha esercitato molte pressioni in anticipo per evitare Taiwan, inclusa la minaccia di una risposta militare.

Tuttavia, Pelosi si è recata a Taiwan, dove ieri ha parlato con il presidente Tsai Ing-wen, tra gli altri. La politica americana ha sottolineato di essere venuta per dimostrare che gli Stati Uniti sostengono Taiwan e che l’indipendenza del Paese è una delle punte di diamante della politica estera americana.

Per inciso, la sua visita è stata sensibile anche agli stessi Stati Uniti: il presidente Biden, tra gli altri, aveva già espresso i suoi dubbi al riguardo, poiché i rapporti tra Stati Uniti e Cina sono molto tesi.

La visita di Pelosi in tre video:

  • Nancy Pelosi arriva a Taiwan

  • Il politico Grand Pelosi ha colloqui con il parlamento e il presidente di Taiwan

  • Dimostrazione di potenza e linguaggio muscolare dopo la visita di Pelosi a Taiwan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.