La Finlandia e la Svezia compiono passi importanti verso l’adesione alla NATO

La Finlandia e la Svezia compiono passi importanti verso l’adesione alla NATO

La Finlandia e la Svezia compiono passi importanti verso l’adesione alla NATO

Lo hanno appena annunciato il primo ministro finlandese Sanna Marin e il primo ministro svedese Magdalena Andersson dopo un incontro sulla loro situazione di sicurezza nella capitale svedese Stoccolma.

‘Tutto è cambiato’

Secondo Marin, l’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio ha cambiato molto per la sicurezza della Finlandia e della Svezia. “Tutto è cambiato da quando la Russia ha invaso l’Ucraina, questo è molto chiaro. E ciò richiede una discussione nel nostro Paese sulla nostra sicurezza e quindi sull’adesione alla NATO”.

È fondamentale che si tenga conto anche della sicurezza di altri paesi in caso di adesione alla NATO, secondo il Primo Ministro finlandese. “Comprendiamo molto bene che la nostra scelta riguarda noi, ma anche i nostri paesi vicini. Il nostro obiettivo è sempre la pace”.

Fine di giugno ?

Poco prima dell’inizio della conferenza stampa, il quotidiano svedese Dagbladet Svenska che il leader svedese Andersson vuole fare domanda formale per l’adesione alla NATO entro la fine di giugno. Andersson ha rifiutato di confermare, ma ha affermato che il suo paese avrebbe una discussione politica sul valore aggiunto e sui rischi di tale adesione per la Svezia.

“Abbiamo diverse opzioni, che non sono prive di rischi”, ha detto Andersson in conferenza stampa. “Continueremo a lavorare a stretto contatto e a coordinarci con la Finlandia. Quando si tratta di sicurezza, dipendiamo gli uni dagli altri”.

Sì UE, non NATO

I due paesi scandinavi sono entrambi membri dell’Unione Europea dal 1995. Ma questo non vale per la NATO, l’alleanza militare guidata in pratica dagli Stati Uniti e composta ora da una trentina di paesi, compresi i Paesi Bassi. Tutti questi paesi possono invocare l’articolo 5 (un attacco a uno è un attacco a tutti) in base al quale altri Stati membri promettono di aiutare un paese attaccato.

READ  Tensioni a Gerusalemme, Jihad islamica: "30 razzi sparati su Israele" | Ritorsioni contro Gaza

Il primo ministro finlandese Marin ha affermato che “non c’è altro modo” per ottenere garanzie di sicurezza militare e politica se non ai sensi di questo articolo 5, ha affermato mercoledì.

“Traguardo storico”

“È un passo storico se Svezia e Finlandia, dopo anni di neutralità, diventano comunque membri della Nato. Ciò che Putin non ha voluto, l’allargamento dell’alleanza Nato, è ora il risultato diretto della guerra in Ucraina”, afferma il politico giornalista Fons Lambie.

“La NATO ha una politica della porta aperta: qualsiasi Paese dell’Europa o del Nord America può presentare una domanda. Altri Paesi devono decidere se sono d’accordo, ma sembra una formalità A Bruxelles si sente dietro le quinte che se l’adesione alla NATO sarà un fatto molto presto, se i parlamenti di entrambi i paesi saranno d’accordo. Svezia e Finlandia sono paesi dell’UE che negli ultimi anni si sono consultati e cooperato sempre di più con la NATO, il che facilita il passo verso l’adesione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *