La UEFA apre le indagini su Stella Rossa-Milan | Europa League

La UEFA ha aperto un’indagine sulla partita di Europa League tra Stella Rossa e Milan, avvenuta il 18 febbraio al Marakana di Belgrado. Lo ha annunciato la federazione europea in un comunicato stampa: “In conformità con l’articolo 31, paragrafo 4, dei regolamenti disciplinari UEFA, oggi è stato nominato un ispettore disciplinare e etico per svolgere un’indagine disciplinare sugli incidenti verificatisi durante il turno. di 32 partite di UEFA Europa League tra Stella Rossa e Milan (2-2), giocate il 18 febbraio 2021 in Serbia. Le informazioni su questo argomento saranno rese disponibili a tempo debito “. ISOLANTI IN IBRA – Si attende la conferma dalla UEFA, ma l’inchiesta dovrebbe riguardare Insulti razzisti guidati dai fan della Stella Rossa un Zlatan Ibrahimovic, definito secondo alcune ricostruzioni ‘baljia sporco(Reato gravissimo contro chi è di origine bosniaca musulmana, come il padre del centravanti). Non a caso, nei giorni successivi alla partita, il club serbo si è scusato in una nota ufficiale: “La stella rossa condanna nel modo più forte possibile le dichiarazioni offensive contro Zlatan Ibrahimovic. Club, abbiamo fatto di tutto per garantire che l’organizzazione del” L’incontro ha avuto luogo posto al livello di due grandi squadre, e non permetteremo a un solo primitivo di macchiare la tradizionale ospitalità del nostro Paese e della nostra gente. La società si scusa sinceramente con Zlatan Ibrahimovic per questo spiacevole episodio ”, riporta Calcioefinanza.it. Il club serbo ha promesso, in collaborazione con gli organi competenti, di individuare e punire il “tifoso” che ha pronunciato le infrazioni.

(function (d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) { return; } js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "https://connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.11"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

READ  Glik sfrattato, Inzaghi arresta Fonseca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *