L’intelligenza artificiale crea nuovo lavoro

L’intelligenza artificiale crea nuovo lavoro

L’intelligenza artificiale (AI) che fornisce un risultato utile dopo un semplice comando è una realtà da alcuni mesi. Soprattutto “chatbot” ChatGPT si distingue per le sue risposte convincenti a tutti i tipi di domande, ma ora anche in senso negativo. Chi chiede troppo tempo può far fallire l’intelligenza artificiale, come ha dimostrato di essere il nuovo chatbot di Microsoft. Le risposte convincenti e ragionevolmente affidabili cambiano poi di tono e di contenuto. Microsoft ora utilizza un limite al numero di domande consecutive per evitarlo.

Per garantire che l’IA diventi migliore e più affidabile, un nuovo ramo della programmazione sta ora ricevendo maggiore attenzione. Il cosiddetto “quick editor” o “AI whisperer” è qualcuno che “consulta” l’intelligenza artificiale nel normale linguaggio parlato o scritto. Queste persone sono alla ricerca di lacune nell’intelligenza artificiale, punti in cui i sistemi vanno in tilt. Se trovano questi punti, parlano con l’IA per così dire per assicurarsi che migliori, riferisce Il WashingtonPostche ha parlato con tali “sussurratori”.

‘Programmazione’ in un linguaggio semplice

“Il nuovo linguaggio di programmazione più popolare è l’inglese”, twittato l’ex capo di Tesla AI Andrej Karpathy di recente. Normalmente, il funzionamento del software viene modificato armeggiando con il codice del computer, ad esempio in un linguaggio come Python, SQL o JavaScript. Funziona sempre in modo logico: il computer fa quello che gli viene detto e se va male l’errore è nel codice.

L’intelligenza artificiale inverte questo. Il sistema originale è stato creato con un linguaggio di programmazione, ma poi ha iniziato ad “apprendere” se stesso e ha fatto ogni tipo di connessione automaticamente. I creatori di ChatGPT non sanno in anticipo quale domanda porterà a quale risposta. Questa è la forza ma anche la debolezza dell’IA, dice la “sussurratrice” Riley Goodside. “Il trucco è dare all’IA una configurazione, una storia che può essere risolta solo in un modo”, ha detto Goodside.

READ  Google nega che Bard sia stato addestrato sui dati di ChatGPT - Professionista IT - Novità

Impara a usare di nuovo i computer

Entro certi limiti, l’intelligenza artificiale è già molto utile. Dai a ChatGPT un semplice comando e il risultato si dispiega: non esattamente lo stesso ogni volta, ma essenzialmente lo stesso. Quando fai domande o compiti specifici, i bordi sfilacciati diventano visibili. Gli ingegneri di Prompt spingono consapevolmente questi limiti, per garantire che anche a questi casi venga data una risposta logica e inequivocabile. I sussurratori, per così dire, comprendono la “mente” meccanica e logica dell’IA e cercano di avvicinarsi ad essa con un linguaggio normale.

O dentro le parole da Karpathy: un tale sussurratore di intelligenza artificiale è una specie di psicologo dell’intelligenza artificiale. Continuano a fare domande, arrivano alla radice della confusione e poi cercano di risolverla. “Qualcosa non va nel comportamento di [kunstmatige intelligentie], non è dovuto a un malinteso linguistico”, afferma Shane Steinert-Threlkeld, assistente professore di linguistica all’Università di Washington. “Ci dicono con insistenza quello che pensano che vogliamo sentire, o quello che abbiamo già detto loro. Siamo noi che interpretiamo il risultato e gli diamo un significato”.

Impiego di importanza temporanea

Sebbene il sussurro AI dovrà lavorare nel prossimo futuro per rendere l’intelligenza artificiale più affidabile e utile, il lavoro sembra temporaneo. A lungo termine, l’IA deve diventare così intelligente e competente da imparare a riconoscere da sola ogni caso limite. “C’è un tentativo di trasformare questo in una sorta di sacerdozio tecnologico, e sono molto sospettoso al riguardo”, ha detto il professore dell’Università della Pennsylvania Ethan Mollick. “Si sta muovendo tutto molto velocemente e nessuno sa cosa succederà”.

Steinert-Threlkeld si riferisce ai primi giorni di Google, quando gli “specialisti della ricerca” usavano tecniche arcane per evocare risultati migliori dal motore di ricerca. Ma la tecnologia è migliorata man mano che gli utenti acquisivano esperienza. E ora, la maggior parte degli utenti può ottenere il massimo da Google abbastanza facilmente.

READ  Il tuo telefono riceve un aggiornamento Android? Dai un'occhiata alla nostra panoramica

Recensione: “Ognuno è un oggetto di prova”

Ci sono anche molte critiche all’intelligenza artificiale. Gli esperti ritengono che servizi come ChatGPT non siano ancora pronti per il grande pubblico. Celeste Kidd, ad esempio, è professore di psicologia all’Università della California. Studia come le persone formano opinioni nel corso della vita in base alle cose che leggono. Le notizie false possono essere dannose, così come le risposte convincenti ma di fatto errate dai chatbot di intelligenza artificiale.

“Immagina di mettere qualcosa di cancerogeno nell’acqua potabile e dici: ‘Vedremo se è cancerogeno’. Non puoi toglierlo, le persone hanno già il cancro”, ha detto Kidd. Il giornale di Wall Street. Ora che miliardi di persone hanno accesso all’intelligenza artificiale e fanno da migliaia a milioni di domande ogni giorno, secondo Kidd, ciò potrebbe avere conseguenze importanti per la visione del mondo di questo folto gruppo di persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *