L’ispiratore di Bolsonaro e teorico della cospirazione Carvalho muore di corona

Corrispondente Marc Bessems:

“Carvalho era l’intellettuale più influente del Brasile, anche se l’intellettuale Brasile spesso lo odiava. Inizialmente era una figura marginale, ma le sue opinioni anti-sinistra, il linguaggio spesso volgare e l’uso intelligente dei ‘nuovi media’ lo hanno reso sempre più influente. Migliaia di la gente studia” con lui online, i suoi sostenitori lo chiamano “filosofo”, anche se non si è mai laureato al college.

Quando un’ondata di malcontento ha attraversato il Brasile nel 2013 e queste proteste sono diventate sempre più “anti-sinistra”, la sua stella è cresciuta. Le sue idee erano in linea con il sentimento politico del tempo. I suoi slogan si sono riflessi nelle proteste che alla fine hanno portato alla partenza della presidente di sinistra Dilma Rousseff nel 2016. Ha dato un tocco intellettuale a questo nuovo movimento di destra, è stato visto come l’ideologo della nuova destra.

Carvalho ha aiutato indirettamente la vittoria elettorale di Bolsonaro e inizialmente ha avuto un’influenza significativa nel governo. Alcuni dei suoi studenti più fedeli divennero ministri. Questa ala ideologica del governo Bolsonaro ha perso influenza nel corso degli anni poiché Bolsonaro è diventato sempre più dipendente dai militari e dai tradizionali partiti di centro-destra che lo tengono a galla politicamente. Alla fine, Carvalho si è allontanato sempre di più dal presidente, anche se ha detto che voterà per Bolsonaro nel 2022 “perché non c’è alternativa”.

READ  Variante Covid, Johnson pensa al blocco nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.