L’ondata di infortuni di Kepa e gli eretici uccidono Chelsea e Ziyech

L’ondata di infortuni di Kepa e gli eretici uccidono Chelsea e Ziyech

L’ondata di infortuni di Kepa e gli eretici uccidono Chelsea e Ziyech


Giovedì 5 gennaio 2023 alle 22:51
Guy Habet• Ultimo aggiornamento: 23:38

Anche il Chelsea non è riuscito a fermare la striscia negativa con Hakim Ziyech come titolare. In casa, nonostante i periodi di buon gioco, lo è diventato il blues, perso contro il Manchester City: 0-1. La squadra di Pep Guardiola ha fatto la differenza nella ripresa con un gol di Riyad Mahrez e ha così ridotto a cinque punti il ​​distacco dalla capolista Arsenal. Dove il City è secondo, il Chelsea rimane un deludente numero dieci.

Ziyech era ancora una volta nella base del Chelsea. Il nazionale marocchino ha dovuto accontentarsi di un ruolo di riserva sotto Graham Potter e il suo predecessore Thomas Tuchel, ma l’ex giocatore dell’Ajax è stato autorizzato a mettersi in mostra giovedì sera. Nathan Aké è stato un giocatore fondamentale al Manchester City. Insieme a John Stones, ha formato il cuore della difesa dei cittadini. Kevin De Bruyne è stato ovviamente piazzato a centrocampo da Guardiola e in attacco un posto è stato riservato al capocannoniere Erling Haaland.

Tuttavia, la formazione di Potter doveva essere rivista di nuovo entro i primi venti minuti. Gli infortuni a Raheem Sterling e Christian Pulisic hanno presto visto l’allenatore apportare due modifiche e lo staff medico del Chelsea ha visto l’infermeria diventare ancora più affollata di quanto non fosse già. Ziyech ha ottenuto due nuovi partner d’attacco in Pierre-Emerick Aubameyang e il giovane Carney Chukwuemeka e ha persino causato una fase con la pressione londinese sulla porta del portiere del City Ederson. Chukwuemeka era più vicino al gol poco prima dell’intervallo, ma ha trovato il palo con un cursore basso.

READ  Nessun discorso e torta troppo piccola: i tennisti arrabbiati per le cure a Madrid | Tennis

Gli ospiti, nel frattempo, sono rimasti in silenzio e hanno dato a Kepa Arrizabalaga, che ha difeso la porta del Chelsea, poco da fare nel primo tempo. Il punteggio di 0-0 all’intervallo era quindi logico, dopodiché la partita si è davvero surriscaldata nel secondo tempo. Merito del City, che va vicino al gol del vantaggio con un colpo di testa di Aké sulla traversa subito dopo l’intervallo e vede De Bruyne trovare i pugni di Kepa pochi istanti dopo. Tuttavia, il Chelsea è riuscito a superare la prima tempesta di I cittadini sopravvivere e riprendere il gioco.Con un po’ più di fortuna, i londinesi avrebbero potuto anche passare in vantaggio, ma Thiago Silva ha tirato di poco a lato.

Questo fallimento è costato caro al Chelsea. La successiva rimonta del City si traduce in un gol di Mahrez, attento sul primo palo e che approfitta di un errore di giudizio di Kepa. Ha lasciato passare un cross basso dalla sinistra di Jack Grealish e ha visto con orrore che la sua decisione si è tradotta in un gol subito: 0-1. Dopo questo gol, gli ospiti hanno mantenuto il controllo, senza creare troppe buone occasioni per il secondo gol. Stava aspettando una spinta finale scatenata dal Chelsea, ma questo significava poco di più. Alla fine, gli ospiti del Manchester hanno resistito facilmente.

READ  Gli stronzi non erano solo Pirlo caro Gattuso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *