Marko sull’abbandono della Red Bull: ‘Ho sempre fatto il mio lavoro grazie a Mateschitz’

Helmut Marko non è preoccupato per quando lascerà il team Red Bull Racing. L’austriaco precisa che ha sempre lavorato per Dietrich Mateschitz, e che ora potrebbe andarsene in qualsiasi momento quando l’atmosfera non gli si addice. Tuttavia, non andrà così in fretta, secondo il consigliere, che si chiede a chi dovrebbe ora rendere conto all’interno della Red Bull.

In conversazione con Laola1 dall’Austria, Marko dice di non essere preoccupato per quando si fermerà con il team Red Bull Racing. “Di solito non me ne preoccupo. Sono indipendente, quindi posso lasciare la squadra in qualsiasi momento. Ho sempre svolto il mio lavoro attraverso il collegamento con Dietrich Mateschitz. Se non mi piace più l’atmosfera all’interno della squadra, posso partire da oggi fino a domani. Ma il fuoco del motorsport in me brucia ancora.

Inoltre, la Red Bull è forte nei suoi panni, poiché gli azionisti dell’azienda non si limiteranno a staccare la spina, si aspetta l’austriaco. “Gli azionisti, sia austriaci che tailandesi, si sono impegnati sapendo che la Formula 1 è lo strumento di marketing più potente che non può essere messo in discussione”.

Punti interrogativi di responsabilità

Ora che Mateschitz non è più a capo dell’organizzazione Red Bull dopo la sua morte, Marko non sa ancora chi sarà ritenuto responsabile. “Questo non è ancora chiaro. Abbiamo parlato con gli azionisti e parleremo a breve con Oliver Mintzlaff (uno dei tre nuovi amministratori delegati).”

READ  Rutte si attiene: gli stadi non sono più pieni | Interno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.