Nintendo ospiterà una presentazione diretta questa settimana sui giochi in arrivo questo inverno – Gaming – News

Lo Switch è troppo lento per un (grande) numero di giochi. È tempo però:
1986: NES
1992: SNES
1997: Nintendo 64
2002: Gamecube
2006: Wii
2012: WiiU
2017: cambio
Una nuova console ogni 6, 5 o anche 4 anni. Quindi nel 2022/2023: proseguimento di Switch?

Inoltre, apparentemente ci sono alcune informazioni che possono essere trovate nel codice del software sul supporto DLSS. Il sequel di Breath of the Wild uscirà il prossimo anno, le voci dicono che il nome sarà rivelato domani. Sarebbe quindi un successo avere subito il successore di Switch, con supporto al (4K?) DLSS.
Avrebbe anche senso, dato che le voci su Switch Pro erano persistenti e Switch OLED sembrava un contentino, forse perché Switch 2/PRO/Plus/HD/Premium non era tecnicamente completamente sviluppato all’epoca e un’era logica aggiornare il modello dopo un silenzio così lungo.

In Nintendo è stato tranquillo per molto tempo, si spera che ci siano buone notizie. È passato molto tempo dall’ultima volta che si hanno notizie del successore di Breath of the Wild, ed è tempo di una nuova console. Non mi aspetto nulla al momento, dato che le aspettative erano spesso alte e dopo siamo rimasti delusi, ma penso che sia un buon momento per iniziare l’hype per il prossimo anno.

READ  Rabiot, che casino! La Juve inciampa sulle regole, i francesi escono contro l'Udinese | Prima pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *