Non ho nulla contro i cani, ma le persone con cani hanno la stessa anomalia delle persone con bambini

Non ho nulla contro i cani, ma le persone con cani hanno la stessa anomalia delle persone con bambini

Eva Hoke

Nella piazza accanto a casa nostra dove i bambini giravano sui loro motorini, ho sentito il sole bruciarmi sulla pelle, e proprio quando mi sono detta: se solo fossi un animale, ho sentito mia figlia di 7 anni chiedere, “Possiamo accarezzarli? , Sig.ra?’

Ho aperto gli occhi e ho visto le mie figlie in piedi accanto a una donna con un branco di cani. La conoscevo bene, un personaggio noto in paese, una persona simpatica, i capelli raccolti, bionda e minuta, una ragazza con un lungo cappotto afghano, che sembrava ancora più piccola per via dei suoi cani. Erano in tre: una specie di bulldog e due di taglia media, almeno uno dei quali doveva essere stato salvato da una strada greca o rumena. In precedenti incontri mi aveva detto della sua intenzione di portare tutto con sé in Spagna, sole, chalet e terra, cosa servirebbe di più a una persona, ma non era successo prodotto, seccatura, roba spagnola, lo guardava con uno sguardo da tu lo sai.

Beh, non lo sapevo affatto, perché non riesco a immaginare di passare le mie giornate su un pezzo di terra polveroso nell’entroterra spagnolo, figuriamoci con tre cani intorno a me, perché non ho una gran cosa con questi animali. Per quelli che in questo momento stanno brontolando al mio polpaccio: non ho niente contro i cani, ma le persone con cani hanno la stessa anomalia delle persone con bambini, ovvero pensano che le altre persone amino i loro altrettanto. . Quante volte sei tenuto in ostaggio da storie di addestramento di cuccioli, quante volte ascolti educatamente i progressi di un animale che non conosci?

READ  Esercito serbo fuori allerta, si allentano le tensioni | All'estero

Anche questa lingua, possiede questo, mamma quello, annusa ed è coccoloso ed è sì, sei un bel cane vero, sei il bel cane di mamma, sono le casse e l’elemosina e soffiano le cavalcature, e proprio come pensi: fermati, non posso continuare, poi iniziano a parlare di quel campo di radura nel parco, meraviglioso, come questi cani giocano tutti tra loro gli altri lì! Anche l’incontro non è più possibile senza il cane.

Voglio stare zitto in casi del genere, si uomo, portalo con te, ma poi l’animale in questione deve essere stato allevato, e diciamocelo, qui è utile anche il paragone con i bambini, che a volte manca. E così ho pensato tranquillamente, mentre un tale animale divorava il cibo per gatti e POI mi leccava la mano ATTENTAMENTE: non voglio che sbava in casa mia, non voglio che mi annusi l’inguine o me. già non sono affatto servito dall’attenuazione di tutte le attenuazioni, lui non fa niente. No, quello dovevi aggiungerlo, disse mia madre, perché non l’ho ricevuto da uno sconosciuto.

Allora io mi allenavo così, lì al sole nel piazzale accanto a casa nostra, mentre quei tre cani, com’è giusto, lasciavano dolcemente che tutta l’attenzione di MIA FIGLIA si riversasse su di loro. “Guarda quelle piccole zampe”, dissi alla donna, mentre guardavamo Frida, cantare, suonare il clacson al cane più piccolo. La donna annuì. “Sì, cosa farà, 12 chili, qualcosa del genere.” Ho annuito, non ne ero proprio sicuro, non andavamo allo studio di consulenza da un po’.

Poi ha detto con un sorriso: “Cammina con tutti.

Ho taciuto, beh, in realtà non era poi così male.

READ  Olanda: centinaia di persone rendono omaggio a un giornalista ucciso - Ultima Ora

Lei: “Beh, certo, è solo una ragazzina, vero?”

Nel silenzio che seguì, lo sentii arrivare. “Anche se devi contare sette volte negli anni canini, ovviamente.”

Dico che le persone che hanno cani si preoccupano solo di se stesse, hanno questo in comune con le persone che hanno figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *