Nouri e la famiglia Ajax riescono a sistemarsi

La famiglia Nouri e l’Ajax hanno ora raggiunto un accordo sul compenso a carico del club. Il procedimento avviato dalla famiglia Nouri dinanzi al collegio arbitrale della KNVB è stato chiuso a seguito di questo amichevole accordo.

Nella procedura arbitrale è stata discussa l’entità del danno, dovuto tra l’altro alla perdita di capacità lavorativa e al risarcimento del danno. L’accordo concluso su tali elementi di perdita si riferisce a un indennizzo netto di 7.850.000 euro.

Dall’estate del 2017, l’Ajax ha rimborsato anche le spese che devono essere sostenute per l’assistenza infermieristica e la cura di Abdelhak Nouri e continuerà a farlo.

Edwin van der Sar, direttore generale dell’AFC Ajax: “È positivo che sia stato raggiunto un accordo per poterlo concludere. Ci rendiamo tutti conto che la sofferenza di Abdelhak e dei suoi parenti non è finita. Rimane una situazione molto triste, anche quella come ci sentiamo qui all’Ajax.

Apprezziamo molto il modo in cui la famiglia si prende cura di Abdelhak giorno e notte con tanto amore e attenzione. Quando vado a trovarla, vengo sempre accolta a braccia aperte dalla famiglia. Questo vale anche per altri colleghi dell’Ajax e lo apprezziamo molto.

Il legame tra l’Ajax e la famiglia Nouri rimarrà sempre. Non solo per il Trofeo Abdelhak Nouri, che la famiglia dona ogni anno ai più grandi talenti della nostra educazione. Anche perché abbiamo deciso di dare il numero 34 alla famiglia Nouri. All’Ajax 1, il numero 34 non verrà mai più giocato, a meno che la famiglia Nouri e l’Ajax non vogliano fare un’eccezione insieme. Anche i mobili dello spogliatoio di Abdelhak saranno collocati nell’Ajax Fanshop, accanto all’ingresso principale dell’ArenA. L’abbiamo preservato con cura nello stadio negli ultimi anni e ora daremo un bel posto accessibile a tutti”.

READ  Juventus, infermeria piena: aggiornamento su indisponibile | notizia

Mohammed Nouri, padre di Abdelhak: “Quest’estate saranno cinque anni da quando Abdelhak è stato colpito dal destino. Gli ultimi anni sono stati dominati dalle sue cure. Oltre a tutti i momenti difficili, ha portato anche molte realizzazioni preziose che per molte persone Abdelhak personifica la convivialità e la fraternizzazione, il che è un pensiero molto confortante.

Anche il coinvolgimento e l’impegno dell’Ajax sono stati estremamente forti in tutti questi anni. L’Ajax è stato parte integrante delle nostre vite sin dai primi anni di Abdelhak. Apprezziamo il legame con le persone all’interno del club e con i fedeli sostenitori. Abdelhak sarà per sempre legato al numero 34, era sua promessa a tutti i tifosi prendersi cura del numero 34e titolo nazionale. Ci rende orgogliosi che questa canzone storicamente preziosa rimanga la sua. Questo numero era anche sul suo armadietto nello spogliatoio dell’Ajax 1. Era molto orgoglioso di questo posto, per lui era un segno che si stava avvicinando al suo obiettivo di essere importante per l’Ajax. È un bel regalo per tutti i fan che questa sedia abbia un posto permanente nel fan shop e quindi accessibile a tutti.

È positivo che la discussione sulla responsabilità e le sue conseguenze appartenga al passato e che possiamo guardare insieme al futuro. Ciò si concentrerà principalmente sui principali progetti che abbiamo con la Fondazione Abdelhak Nouri. Vogliamo anche rendere giustizia all’importanza che Abdelhak ha lì, con l’Ajax. Annunceremo la fondazione e i piani nel prossimo futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *