“Offerte della Juve? Ho scelto la Roma”

ROMA – “Voglio fare il mio debutto con il club, vincere titoli e sono grato per questa opportunità“. Bryan reynolds, Neo acquisto della Roma, si presenta ai nuovi tifosi in conferenza stampa: “I miei punti di forza sono la fase di attacco e la mia fisicitàa – aggiunge USA in trasferta, ripresa da Dallas e nelle scorse settimane curata anche dalla Juventus, che aveva provato a rimuoverlo con la partecipazione del Benevento –, Sono un giocatore veloce, veloce, forte, passo bene la palla. Devo sicuramente migliorare la fase difensiva e il posizionamento, credo di andare d’accordo nei duelli fisici ma è chiaro che tutte queste caratteristiche verranno poi adattate a quello che è lo schema tattico della Roma.“.

Roma, questo è Reynolds: ha preso la maglia numero 19

Guarda la gallery

Roma, questo è Reynolds: ha preso la maglia numero 19

Reynolds: “Coronavirus positivo? Sto bene”

Offerte da altri club, compresa la Juve? Non vorrei entrare troppo nei dettagli ma io e la mia famiglia eravamo molto contenti dell’interesse dei diversi club, poi ho scelto la Roma, sono convinto di aver fatto la scelta migliore quale è il posto migliore dove crescere. Ho subito avuto la possibilità di entrare a far parte della prima squadra e questo aiuterà la mia crescita. Il Positività del coronavirus? Sto bene, sono sano e felice di essere qui. Sono sempre stato asintomatico, sono appena stato in quarantena. Domani comincio ad allenarmi con il resto della squadra quindi vedremo se sarò disponibile per la prossima partita“.

Reynolds: “McKennie è uno dei migliori centrocampisti”

Direi che la MLS è un campionato che cresce di anno in anno, il campionato perfetto per un livello intermedio dove i giovani talenti possono iniziare a prendere piede. Perché ci vuole tempo per potersi adattare al calcio professionistico e saltare subito a quelli che sono i 5 principali campionati europei. McKennie vince alla Juventus, ha dato prova di sé ed è uno dei migliori centrocampisti in questo momento, a dimostrazione del fatto che il calcio americano è in piena espansione e sempre più club, compresi gli europei, si rivolgono ai giovani talenti americani. Il motivo è che sempre più calciatori americani giocano nei campionati europei e i bambini americani stanno portando questi modelli come ispirazione. Penso che mi ci vorrà del tempo per sistemarmi in un campionato difficile come la Serie A e in un grande club come la Roma, ma penso che non avrò problemi ad ambientarmi, lavorerò sodo per questo. Il mio obiettivo è giocare per questo club e fare alcune apparizioni prima della fine della stagione.“.

Reynolds: “Guardo Hakimi e Cuadrado”

In generale cerco di vedere quante più partite possibili, i giocatori nel mio ruolo in Serie A che guardo sono Hakimi e Square perché sono due giocatori forti in fase offensiva per i quali mi vedo come delle caratteristiche. Ho parlato con il signor Fonseca e ha detto che era contento del mio arrivo e felice di lavorare con me. Il piacere era ovviamente reciproco. Ha ribadito che la scelta migliore era venire qui per la mia crescita, che è la più importante. Ora tocca a me sistemarmi il più velocemente possibile per trovare un posto in prima squadra. Sono molto felice e sicuro di aver fatto la scelta migliore. Ho parlato anche con Ryan Friedkin, siamo entrambi texani e questo mi aiuterà ad ambientarmi più velocemente ma il progetto tecnico è alla base della mia scelta. È il posto migliore per evolversi perché ho l’opportunità di integrarmi immediatamente nella prima squadra e allenarmi con grandi giocatori. Ora tocca a me lavorare sodo e dare il massimo per il club e cercare di accelerare l’intero processo di acclimatazione“.

Reynolds: “Da Mls a Roma, un incredibile salto di qualità”

Le mie prime impressioni furono magnifiche. Arrivando dalla MLS, arrivare in un club come la Roma è un salto di qualità incredibile. Ho dato un’occhiata agli spogliatoi, al centro sportivo e la mia reazione è stata “wow”, è fantastico essere qui e fantastico vedere questi campi. Ieri allo stadio sono stato travolto dalle emozioni e sono felicissimo di essere qui. Ieri ho visto la partita contro il Verona, una grande partita. La Roma è riuscita a segnare 3 gol nel primo tempo e mi ha colpito la voglia di dominare la partita e controllare il possesso palla e la velocità delle transizioni.“.

Incontra Reynolds, l'esterno che serve la Roma

Guarda il video

Incontra Reynolds, l’esterno che serve la Roma

READ  Caro Dybala, il futuro è a terra. E con la Joya in alto, il tridente è possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *