Pérez resta combattivo dopo il ritiro: “La stagione di F1 è ancora lunga”

Pérez resta combattivo dopo il ritiro: “La stagione di F1 è ancora lunga”

Il weekend per la Red Bull Racing si è concluso disastrosamente a causa del doppio ritiro. Max Verstappen e Sergio Pérez hanno dovuto parcheggiare le loro auto alla fine della gara apparentemente a causa dello stesso problema. Verstappen era al secondo posto prima del suo ritiro, mentre Pérez ha guidato al terzo posto per Lewis Hamilton a causa della morte di Verstappen. Pérez si è finalmente ritirato all’ultimo giro, ma avrebbe potuto finire prima.

“L’ho sentito a pochi giri dalla fine”, ha detto il messicano in un’intervista a sport del cielo dopo la gara. Quindi il problema con le due Red Bull si è verificato più o meno nello stesso periodo. Questo risultato colpisce duramente nel box della scuderia austriaca. “Ho solo perso un po’ di velocità. È difficile da ingoiare, perché per noi è subito un duro colpo. †

Podio a portata di mano per Pérez

A causa del dramma negli ultimi giri, la Red Bull è ora direttamente dietro di 44 punti. La Ferrari è riuscita a raccogliere tutto il bottino in Bahrain, ma non sembrava essere così per molto tempo. “Saremmo sicuramente potuti salire sul podio”. Dopo l’abbandono di Verstappen, toccava quindi al messicano giocare. Doveva tenere dietro Lewis Hamilton. Hamilton aveva il ritmo, ma ci siamo difesi bene. È molto sfortunato.

Eppure tutta la fiducia non è scomparsa dal pilota della Red Bull. “Siamo una squadra solida e io credo in loro”. Alla squadra austriaca mancano 22 gare per rovesciare tutto. La prossima settimana, il prossimo Gran Premio è di nuovo in programma. Successivamente, il circo di Formula 1 si reca in Arabia Saudita. “E’ una delusione, ma la stagione è ancora molto lunga”.

READ  Il Feyenoord impressiona a Belgrado | Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *