Piattaforma di storytelling online inondata di idee per chatbot

Piattaforma di storytelling online inondata di idee per chatbot

Questa è la piattaforma in lingua inglese Clarkesworld, un editore che pubblica storie di autori come Jeff VanderMeer e Catherynne Valente. L’editore di Clarkesworld non è d’accordo Il guardiano che più di 500 storie inviate sono state respinte nelle ultime settimane.

influencer

Le persone possono inviare le loro storie e avere la possibilità di apparire sulla rivista. Ricevono soldi per questo.

Dall’arrivo di ChatGPT, il chatbot che ha reso accessibile a tutti l’intelligenza artificiale, sono sorte all’improvviso tante altre storie. Probabilmente è perché gli influencer pubblicizzano la piattaforma come un modo per guadagnare velocemente.

L’editore Neil Clarke afferma di non avere altra scelta che chiudere gli abbonamenti. In un mese normale forse dieci storie venivano scartate per plagio, ora sembra tutto scritto da ChatGPT, spiega.

E la sua piattaforma non è l’unica con questo problema: sente anche da altri editori che sono inondati di idee per la storia.

‘Questo non andrà via’

“Non sta andando via e non ho una soluzione”, dice Clarke. “È impossibile rilevare se qualcosa è stato scritto dall’intelligenza artificiale. Le persone che causano questo problema non fanno parte del mondo della fantascienza, vogliono solo guadagnare velocemente”.

READ  Calciomercato Lazio, tra attaccante e trasferimenti: il punto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *