Prada Cup, Patto Nuova Zelanda-Ineos. Modello MotoGP, vendita barche e World Series – OA Sport

Anche se il finale di non è ancora iniziato Vestibilità Prada Fra Luna Rossa ed Ineos Regno Unito, da sabato 13 febbraio e al meglio delle 13 regate, sono in pieno svolgimento le discussioni per la prossima edizione dellaCoppa America che potrebbe anche rivelarsi rivoluzionario. Non è un mistero che i difensori della Nuova Zelanda abbiano già assunto un’agenzia per testare le acque Medio Oriente, dove si dice che gli Emirati Arabi Uniti siano disposti a sborsare centinaia di milioni di dollari per ospitare la competizione. E i kiwi sono tutt’altro che insensibili al denaro …Ricorda, il vincitore dell’America’s Cup decide dove ospitare la prossima edizione. Tradizionalmente, questo è sempre successo nella nazione vincitrice, ad eccezione del 2007, quando gli svizzeri di Alinghi furono costretti a optare per il Valencia, poiché la Confederazione della Croce Rossa non era bagnata dal mercoledì. Il futuro poteva quindi riservare del tutto nuove scenari, a nome dell’azienda.

Detto questo, come riporta Live Sail Die, l’accordo tra Team New Zealand e Ineos Team UK sembra ormai concluso: gli inglesi saranno i prossimi Record Challenger, vale a dire che stabiliranno con i campioni in carica le regole della manifestazione e le caratteristiche delle barche. Questo ruolo è stato ricoperto da Luna Rossa Per l’edizione in corso, invece, il rapporto tra la squadra italiana e i neozelandesi si è deteriorato negli ultimi mesi e ora deve essere considerato al minimo.

La Nuova Zelanda e Ineos concordano sul fatto che aiuterà continuare lo sviluppo delle barche attuali, questi AC75 che hanno vinto lo scetticismo iniziale di molti esperti. L’intenzione sarà anche quella di allargare il campo a nuovi partecipanti, proprio come accadde all’inizio del millennio. Per fare questo, sarà adottato un modello già in voga in F1 e MotoGP, o la vendita di barche ad altri sfidanti. In questo modo neozelandesi e inglesi trarrebbero vantaggio essenzialmente da veri e propri “team satellite”, utili anche per testare sviluppi e aggiornamenti.

READ  Giudice sportivo: Juventus, inibizione per Nedved e Paratici

Ma non finisce qui. Sempre nella logica di monetizzare il prodotto il più possibile, sono già in cantiere Tour delle World Series da realizzarsi nell’emisfero nord negli anni precedenti la prossima edizione del Coppa America. Insomma, regate fieristiche in giro per il mondo per suscitare interesse e, soprattutto, per attrarre investimenti anche da interlocutori diversi dagli anglosassoni.

Detto questo, è chiaro che Il Team New Zealand e Ineos UK sono molto sicuri dei loro mezzi, per non dire molto sicuro. I difensori presumono che manterranno il trofeo, gli inglesi non hanno dubbi che vinceranno la finale Vestibilità Prada. Forse andavano d’accordo entrambi senza un host nominato Luna Rossa.

L’ACCORDO SEGRETO TRA INEOS UK E TEAM NEW ZEALAND. PROSSIMA COPPA AMERICANA IN STILE MOTOGP

VASCO VASCOTTO RISPONDE ALL’INGLESE: “NON LI ASCOLTIAMO *** VOI, FORSE LI NASCIAMO E HANNO PAURA”

IL LIMITE DEL VENTO IN CORSA NON VERRÀ AUMENTATO. E I FAMOSI 15 MINUTI SONO TORNATI …

CALENDARIO FINALE DELLA COPPA PRADA LUNA ROSSA-INEOS UK

PRAZIOSA AMMISSIONE DEI GIUDICI: INEOS ERA PENALITA ‘PER L’INCROCIO CON LUNA ROSSA!

INEOS PROSSIMO SFIDE DEI RECORD? LA LUNA ROSSA SEMBRA TAGLIARE

JACOPO PLAZZI: “LA NUOVA ZELANDA CI HA STUPITO, MA LE PICCOLE FOGLIE SONO UN RISCHIO”

JACOPO PLAZZI A OA SPORT: “NUOVO ARCO E SETTORE PER LUNA ROSSA. CON INEOS VEDO L’EQUILIBRIO “

PERCHÉ LUNA ROSSA UTILIZZA DUE CASCHI E L’IMPORTANZA DEL RUOLO DI PIETRO SIBELLO

Foto: Luna Rossa Press

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *