Primo attacco mortale di squalo al largo di Sydney in quasi 60 anni

Un nuotatore è stato morso a morte da un grande squalo bianco al largo della città australiana di Sydney. Secondo testimoni oculari, si trattava di uno squalo di circa 4,5 metri.

“Questa persona ha subito ferite mortali a causa dell’attacco. Non c’era nulla che i servizi di emergenza potessero fare”, ha detto all’agenzia di stampa Reuters un rappresentante del New South Wales State Ambulance Service. Resti umani sono stati trovati in acqua. L’identità del nuotatore è sconosciuta.

Questo è il primo attacco mortale di squali al largo di Sydney dal 1963.

‘Ho sentito un urlo’

Il testimone oculare Kris Linto ha detto a una stazione di notizie locale che il nuotatore è stato attaccato “verticalmente” dal basso dallo squalo. Linto: “Abbiamo sentito un urlo e ci siamo subito girati. Sembrava che un’auto si fosse schiantata in acqua”.

Un pescatore ha visto l’attacco da una roccia e ha detto che la scena è durata un bel po’ mentre lo squalo continuava ad attaccare. “È stato orribile.” Dopo l’attacco, la polizia ha chiuso la spiaggia e ha cercato lo squalo.

Il rischio di attacco è basso

Secondo un museo della Florida che registra tutti gli attacchi di squali nel mondo tenere traccia, l’Australia ha registrato il maggior numero di morti per attacchi di squali lo scorso anno con tre vittime. Un totale di 11 persone sono state uccise da attacchi di squali lo scorso anno.

Il museo sottolinea in queste cifre che la probabilità che una persona venga attaccata da uno squalo è estremamente bassa e che il numero di morti per attacchi di squalo è strutturalmente diminuito negli ultimi decenni.

READ  In Israele dopo la terza dose dopo 5 mesi, l'immunità è molto alta - mondo

Gli squali generalmente sembrano sbagliarsi quando attaccano gli umani. Ad esempio, confondono i surfisti, che sono spesso attivi nelle aree in cui nuotano anche gli squali, con i leoni marini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *