Red Bull F1 su Verstappen nel 2022: “Le delusioni non lo hanno fatto deragliare”

Red Bull F1 su Verstappen nel 2022: “Le delusioni non lo hanno fatto deragliare”

Lars Leftink

Adrian Newey ha visto un 2022 fiducioso Max Verstappenche ha vinto il titolo mondiale in questa stagione, proprio come nel 2021. Tuttavia, lo ha fatto in modo dominante, dove è riuscito solo per un pelo nel 2021. Solo più carino, secondo Newey.

Davanti Pianeta F1 Newey, progettista della RB18 e delle precedenti vetture Red Bull, afferma di aver apprezzato Verstappen nel 2022. Ha visto progressi dal 2020 in poi. “Nelle gare di quest’anno, quando non era davanti, ha mostrato molta pazienza e ce l’ha fatta. C’è un profondo rispetto per lui per aver fatto passi da gigante. Due anni fa forse non l’avrebbe fatto”.

Fiducioso

Newey vede anche Verstappen più sicuro di sé. “La mia osservazione, e questa è solo un’opinione personale, è che ho visto un Max più sicuro con le sue stesse prestazioni. Delusioni come il Bahrain, l’Australia non lo hanno fatto deragliare. Si vede una calma in lui, che è nel passato non è sempre stato. L’anno scorso è stato un periodo tumultuoso con Lewis e ha combattuto fino alla fine. Quest’anno, nelle avversità, ha mostrato una quantità incredibile di abilità e sicurezza. Siamo stati un po’ fortunati – se guardi alla Spagna, abbiamo avuto chi non avremmo dovuto vincere, ma l’abbiamo fatto. Quindi ho visto un Max più maturo guidare, meglio di come l’ho mai visto guidare. L’anno scorso è stato brillante, ma quest’anno è più calmo e più sicuro di sé”.

READ  Wolff trova i fischi contro i piloti Red Bull "inaccettabili"

2022

Verstappen ora potrebbe concentrarsi sul 2023, ma l’olandese ha ancora obiettivi a quattro gare dalla fine. Oltre a vincere il Campionato Costruttori alla Red Bull, Verstappen può anche conquistare un record da Michael Schumacher e Sebastian Vettel. I due storici piloti tedeschi hanno vinto tredici gare in una stagione, che Verstappen potrà già realizzare in America il prossimo fine settimana. L’olandese ha bisogno di altre due vittorie per stabilire quel record a suo nome, per il quale ha ancora quattro gare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *