Salvini: «Rifiutare benzina e diesel è assurdo. I nostri incentivi per le auto elettriche vanno in Cina»

Salvini: «Rifiutare benzina e diesel è assurdo. I nostri incentivi per le auto elettriche vanno in Cina»

Il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini, ha espresso le sue critiche durante la presentazione del Salone dell’Auto a Torino. Salvini ha sottolineato il ritardo degli incentivi per l’acquisto di auto nuove e ha criticato la destinazione di tali incentivi verso veicoli prodotti in Cina anziché in Italia.

Il ministro ha ribadito l’importanza di sostenere la produzione italiana nel settore automobilistico e ha enfatizzato la necessità di trovare un giusto mix tra motori benzina, diesel ed elettrici. Ha inoltre criticato l’ideologia del solo elettrico, affermando che dire no ai combustibili fossili è impensabile.

Salvini ha inoltre parlato dell’abolizione del superbollo, annunciata dal Governo ma slittata a causa della mancanza di coperture economiche. Ha spiegato che lo Stato guadagnerebbe di più dall’Iva sulle supercar e che l’abolizione del superbollo è prevista non appena saranno trovate le coperture economiche necessarie, con una stima di spesa di circa 230 milioni di euro.

Il ministro ha quindi evidenziato la necessità di rivedere le politiche di incentivi per l’acquisto di auto nuove, puntando a sostenere la produzione nazionale e a garantire un equilibrio tra i diversi tipi di motorizzazione. La sua critica nei confronti della destinazione degli incentivi verso veicoli prodotti all’estero ha suscitato dibattiti sulle politiche industriali del Paese nel settore automobilistico.

READ  Bce, prima pausa dopo dieci rialzi. Lagarde: economia debole ma prematuro discutere di tagli dei ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *