Soccorritori siriani in aiuto dell’Ucraina: “Nessuno ha più esperienza di noi”

Soccorritori siriani in aiuto dell’Ucraina: “Nessuno ha più esperienza di noi”

Nelle aree di opposizione siriana, sanno meglio di chiunque altro com’è essere bombardati dall’esercito russo. Dal 2015 i russi sostengono il presidente Assad, che quindi è ancora una volta saldamente in sella.

I volontari chiamati “Caschi Bianchi” svolgono un ruolo importante nel salvataggio delle vittime degli attacchi russi. Per anni hanno tirato fuori dalle macerie morti e feriti a rischio della loro vita. Centinaia di caschi bianchi furono uccisi.

Filmano anche le prove durante il loro lavoro. Con le videocamere GoPro sui loro caschi, raccolgono materiale che può quindi essere utilizzato come prova.

Quando i soccorritori hanno visto le prime immagini dall’Ucraina, il riconoscimento è stato immediato. Obiettivi e infrastrutture civili, inclusi gli ospedali, che sono interessati. L’accerchiamento delle città. E così volevano fare qualcosa. Dalla zona di opposizione siriana, ora condividono il loro know-how per salvare le vittime dopo i bombardamenti russi. Nella speranza che la loro esperienza unica con questo nemico comune salverà vite in Ucraina.

Una squadra locale in Siria ha filmato i Caschi Bianchi mentre realizzavano i video didattici per gli ucraini. I video sono condivisi con i soccorritori ucraini e tramite i social network. Scopri come lo fanno e perché:

READ  Turchia, si fa un selfie con la moglie incinta e poi la butta giù dal dirupo - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *