Terra amara, anticipazioni 28 gennaio: il funerale di Demir

Terra amara, anticipazioni 28 gennaio: il funerale di Demir

Nell’ultimo episodio di Terra amara (Bir Zamanlar Çukurova), abbiamo assistito all’arrivo di Vahap a Cukurova, il violento fratello di Abdulkadir. Nel frattempo, Adnan è uscito di nascosto con dei venditori ambulanti che hanno approfittato del cancello aperto della villa.
D’altra parte, Betul ha deciso di lasciare il suo lavoro presso l’azienda Yaman a causa delle umiliazioni di Zuleyha, ma Sermin l’ha convinta a non arrendersi.
La tensione è aumentata quando Sermin ha scoperto che Fusun aveva preso in prestito l’auto che lei aveva restituito, scatenando una lite tra le due amiche.
Zuleyha è tornata a casa con un regalo per Adnan, ma ha scoperto che Fadik sembrava essere scomparso. Preoccupata, ha chiesto l’aiuto di Fikret e Hakan-Mehmet, che pensano che Adnan sia stato rapito da Hakan Gumusoglu. Suggeriscono a Zuleyha di denunciare la sua scomparsa alle autorità.
Nel frattempo, Adnan si trova in un accampamento rom insieme al suo amico Puskul, ma Hakan-Mehmet riesce a trovarlo e a riportarlo a casa sano e salvo.
Un articolo su un giornale svela la relazione segreta tra Fikret e Betul, mostrando una foto di loro insieme in un albergo. Questa notizia suscita grande scalpore a Cukurova.
Sermin cerca di convincere Fikret a sposare Betul per preservare la reputazione delle due famiglie. Nel frattempo, Rasit e Gaffur si confrontano riguardo ad un terreno edificabile il cui valore è quadruplicato. Nel frattempo, Sermin scopre di essere stata tradita da Fusun riguardo alla questione dei terreni.
Hakan dichiara il suo amore a Zuleyha, ma lei è confusa sui suoi sentimenti.
Intanto, a Mersin, Fikret e Betul aspettano l’arrivo di Hakan Gumusoglu, ma invano.
Vi ricordo che Terra amara va in onda dal lunedì al sabato alle 14.10 e la domenica in prima serata su Canale 5, ed è disponibile in streaming su Mediaset Infinity.

READ  Morto in un incidente aereo lattore Christian Oliver e le due figlie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *