Undici bambini uccisi nell’incendio dell’ospedale del Senegal, terza tragedia quest’anno |  ADESSO

Undici bambini uccisi nell’incendio dell’ospedale del Senegal, terza tragedia quest’anno | ADESSO

Undici bambini sono stati uccisi in un incendio in un ospedale della città senegalese di Tivaouane. Quest’anno, il Paese dell’Africa occidentale ha già vissuto diverse tragedie negli ospedali.

La notizia della morte dei neonati è stata annunciata “con grande tristezza e desolazione” dal presidente Macky Sall poco prima della mezzanotte di mercoledì. Ha offerto le sue condoglianze alle madri colpite e ad altri cari.

Il dramma ha spinto il ministro della Salute Abdoulaye Diouf Sarr a lasciare immediatamente una conferenza dell’Organizzazione mondiale della sanità a Ginevra e tornare in Senegal.

Nell’incendio, che secondo le prime informazioni sarebbe scoppiato a causa di un cortocircuito nel reparto di neonatologia, tre bambini potrebbero essere salvati dalle fiamme, secondo il sindaco Demba Diop di Tivaouane. L’ospedale Mame Abdou Aziz Sy Dabakh ha recentemente aperto i battenti.

Diverse tragedie quest’anno

Nella città settentrionale di Linguère, anche quattro bambini sono rimasti uccisi in un incendio ad aprile, probabilmente a causa di un cortocircuito nell’aria condizionata. Nello stesso mese morì una donna che aveva atteso invano un taglio cesareo. Tre medici coinvolti sono stati condannati a pene detentive sospese due settimane fa per negligenza.

Il direttore di Amnesty International in Senegal, Seydi Gassama, ha chiesto un’indagine indipendente sugli incidenti. Che “punire i colpevoli, qualunque sia la loro posizione”.

READ  Sopravvissuto trovato su un traghetto vicino a Corfù dopo l'incendio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *