Variante Covid, Johnson pensa al blocco nazionale

STRANIERO

Variante Covid, Johnson pensa al blocco nazionale

Boris Johnson celebra il Brexi ma non può escludere un nuovo blocco nazionale per arginare la diffusione del coronavirus e in particolare della nuova variante. Il premier britannico, che ieri ha presentato come una vittoria l’accordo tra Londra e Bruxelles, in conferenza stampa, ha sottolineato la necessità di adottare misure più severe, rispetto a quelle già in vigore, per fermare il contagio . “Crediamo che dovremo affrontare questo periodo difficile con misure estremamente severe e rigide”, ha dichiarato il Presidente del Consiglio. “Penso che sia necessario attaccare il virus ora per evitare che la situazione vada fuori controllo a gennaio”, ha aggiunto. “Dobbiamo guadagnare tempo per vaccinare quante più persone anziane e fragili possibile”.

“Ho il dovere di dire alla gente che la situazione continuerà ad essere difficile, anche per la velocità con cui si sta diffondendo la nuova variante del virus. Il vaccino sta arrivando, la speranza sta diventando una certezza e questa è la modo reale in cui sconfiggeremo il virus “, ha detto di nuovo. Gli scienziati riuniti a SAGE hanno ribadito la necessità di raggiungere due milioni di dosi somministrate a settimana e adottare un blocco nazionale per evitare un’ondata di morti. La nuova variante è considerata più contagiosa e, sebbene non sia più “cattiva”, si sta diffondendo maggiormente, coinvolgendo soggetti più fragili e anziani.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

READ  Agente di polizia uccide afroamericani disarmati, di nuovo le proteste statunitensi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *