Vorticoso AZ dopo i gol nel finale in ottima posizione di partenza per il piazzamento in Conference League | Calcio

E così il 7-0 della scorsa settimana contro il Dundee United ha dimostrato di avere un effetto sui giocatori dell’AZ una settimana dopo, che hanno vagato per il campo con entusiasmo come contro gli scozzesi una settimana prima. La squadra non può più saltare la fase a gironi.

È stato sorprendente come i due allenatori abbiano affrontato la partita in modo diverso. Jansen ha mandato in campo lo stesso XI con cui ha giocato e ha vinto le ultime tre partite. La formazione del collega portoghese Ivo Vieira differiva di sei posizioni rispetto alle due precedenti partite. Era uguale a Jansen e alla sua frivola squadra di gioco.

Detta il tempo

L’AZ ha dettato il ritmo della partita dall’inizio, come aveva fatto con il sette colpi contro il Dundee United. È un peccato che una mega occasione di Myron van Brederode sia stata erroneamente segnalata come fuorigioco.

Proprio come contro il Dundee, l’AZ ha colpito dopo più di venti minuti con un bel piano d’attacco. Tijjani Reijnders trova Milos Kerkez dopo l’uno-due con Vangelis Pavlidis, che era scappato dall’attaccante e il 18enne terzino sinistro ungherese spara un gran cross verso la porta, dove Dani de Wit annuisce implacabilmente: 1-0.

rivolta

Laddove il primo gol di una settimana prima ha dato le ali alla squadra locale, questa volta l’AZ è rimasto in guardia. Gil Vicente è stato all’altezza di tutti i cliché che si applicano a una squadra di calcio portoghese. Prendiamo la rissa provocata dal difensore Danilo Veiga poco prima dell’intervallo, in seguito alla quale i giocatori dell’AZ hanno perso la testa per un po’ e Kerkez e Sam Beukema sono stati gettati in reception. È stato senza dubbio un assaggio di ciò che attende i seguaci di Jansen giovedì prossimo nel nord del Portogallo. I portoghesi non si arrendono mai.

READ  Serie A, il calendario fino alla 34esima giornata. Inter-Sassuolo si giocherà il 7 aprile

Gli 11.211 spettatori hanno assistito a un secondo tempo in cui ogni centimetro è stato contestato. L’AZ ha inseguito l’importantissimo secondo gol e quasi l’ha realizzato esattamente dopo un’ora: Reijnders ha visto il suo tiro abilmente ribaltato da Andrew dopo un attacco autoprodotto. Dieci minuti dopo, il portiere di Gil ha salvato l’attaccante ombra De Wit dal crollo del 2-0.

Super brigata!

Alla fine è stato 2-0 ed è stato ben meritato. Hakon Evjen passa da destra e vede il suo passaggio rimbalzare sul palo grazie a Lucas Cunha. La palla cade come un regalo tra i piedi di Mayckel Lahdo. L’attaccante svedese ha detto “prima obrigado” e ha raddoppiato il margine.

Laddove la maggior parte delle squadre difenderà un tale vantaggio, l’AZ ancora una volta ha dato il massimo con i nuovi sostituti Mees de Wit, Yuki Sugawara e Yusuf Barasi. Questo ha portato a altri due gol in finale: l’attaccante Pavlidis 3-0 e il sostituto Mees de Wit 4-0, dopo un bel assist di Sugawara. Il giapponese ha fatto i suoi primi minuti dopo l’intervento chirurgico al ginocchio estivo. Questo è stato uno dei tanti affari in una meravigliosa notte di calcio all’AZ.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.