Woody Allen contestato sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia 2023

Woody Allen contestato sul red carpet della Mostra del Cinema di Venezia 2023

Contestazione al regista Woody Allen al red carpet della Mostra del Cinema di Venezia 2023

Alla Mostra del Cinema di Venezia di quest’anno, il red carpet è stato teatro di una contestazione rovente nei confronti del regista Woody Allen.

Mentre attraversava il tappeto rosso per presentare il suo film “Coupe de Chance”, una trentina di persone, in maggioranza ragazze, hanno urlato accuse di stupro nei confronti del regista. La protesta è avvenuta inaspettatamente, ma è stata immediatamente affrontata dalla vigilanza presente che ha allontanato il gruppo contestatore, il quale gridava anche slogan come “Abbasso il patriarcato!”.

Nonostante l’agitazione, sembra che Allen non si sia accorto della contestazione in quanto era impegnato in una conversazione con il suo staff. Questa protesta è legata alle recenti accuse di molestie sessuali mosse contro il regista, nonostante sia stato scagionato due volte da tali accuse.

Curiosamente, mentre alcuni manifestanti esprimevano la loro indignazione, oltre cinquecento fan in sala hanno applaudito e urlato di gioia per l’arrivo di Allen. Molti giovani hanno approfittato dell’occasione per chiedere un autografo al regista prima della proiezione del suo film.

All’ingresso della sala, circa 300 persone attendevano Allen ansiosamente per salutarlo e farsi scattare una foto con lui. Nonostante le polemiche che lo circondano, sembra che il regista abbia ancora un folto seguito di appassionati che continuano ad ammirarlo.

Questa contestazione dimostra ancora una volta come il cinema sia un terreno fertile per argomenti controversi e scottanti. Mentre alcuni si schierano dalla parte delle vittime, altri mantengono la loro solidarietà verso un regista che ha saputo creare opere di culto nel corso degli anni.

READ  Dove vedere i film e le serie tv dei Golden Globe 2024 - Hamelin Prog

La Mostra del Cinema di Venezia rimane un crocevia di opinioni contrastanti, offrendo spunti di riflessione su tematiche come il femminismo, la libertà artistica e il potere della protesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *