Home / Artisti e gruppi / Lo-Fi Resistance

Lo-Fi Resistance

Lo-Fi Resistance - Randy McStine

Fondato nel 2009, il progetto Lo-Fi Resistance è una creazione del chitarrista, cantante e compositore Randy McStine. Definito “prodigio della chitarra”, McStine inizia a suonare la chitarra all’età di cinque anni, esibendosi in pubblico per la prima volta a dieci anni.

I suoi anni di formazione sono spesi a suonare rock in numerose cover band e, nel contempo, a creare musiche originali. I suoi primi lavori sono brani di rock strumentale, attraverso i quali prende maggior confidenza con la chitarra, fino a quando non incomincia a dedicarsi anche al canto, all’età di quindici anni. McStine trascorre gran parte della sua adolescenza ad affinare la sua voce e la composizione, continuando ad allargare i suoi orizzonti musicali.

Nel 2009, dopo aver messo su un piccolo studio nel suo appartamento newyorkese, McStine inizia a scrivere e registrare liberamente nuovo materiale, senza seguire alcun ordine del giorno. Raccoglie fondi facendo dei concerti e tenendo corsi di chitarra, ponendosi come obiettivo la realizzazione del primo album.

Dall’inizio McStine esegue tutte le parti strumentali dell’album, decidendo di affidarsi ad un aiuto esterno per le tracce di batteria. La scelta ricade su Nick D’Virgilio, batterista di Spock’s Beard, Big Big Train, ecc., che oltre a realizzare le tracce di batteria si dedica anche al missaggio l’intero album. Tra gli altri musicisti che McStine arruola spicca Dug Pinnick (King’s X), suo amico personale e vocalist preferito, per il finale del brano “Moral Disgrace”.

Terminate le sessioni di registrazione del nuovo album, alla fine del 2009, McStine decide di chiamare il suo progetto Lo-Fi Resistance. L’album di debutto, intitolato “A Deep Breath”, viene pubblicato il 6 aprile 2010. Osannato per la sua originale miscela di Progressive Rock, Power Pop e cantautorato, l’album presenta dei suoni che ricordano Todd Rundgren, Roger Waters, Yes, Crowded House e The Police.

Nell’aprile del 2011, Randy inizia a scrivere materiale per un nuovo album. “Chalk Lines”, questo il titolo del secondo album, è senza dubbio il progetto più ambizioso della carriera di McStine (ad oggi!). Negli otto brani e nei suoi cinquantuno minuti “Chalk Lines” si sviluppa, si espande, abbandonando le fondamenta del primo album. La costante presenza, in tutto l’album, del batterista Gavin Harrison (Porcupine Tree, King Crimson, ecc.), unita ai bassisti Colin Edwin (Porcupine Tree, Ex-Wise Head, ecc.), John Giblin (Peter Gabriel, Alan Parsons, David Sylvian, ecc.), Dug Pinnick (King’s X), al chitarrista John Wesley (Porcupine Tree) e al tastierista Dave Kerzner (Steve Hackett, Kevin Gilbert, ecc.), nelle vesti anche di co-autore di tre brani e co-produttore, aggiunge sicuramente molta più qualità al risultato finale.

Per facilitare la produzione del disco, McStine lancia con successo una campagna di raccolta fondi tramite Kickstarter. Il 1° maggio 2012 viene rilasciato “Chalk Lines (single version)”, singolo che anticipa di alcuni mesi l’uscita del secondo album, “Chalk Lines” appunto, rilasciato il 3 dicembre 2012 dall’etichetta Burning Shed.

Per maggiori info:

www.lofiresistance.com

 

Formazione:

Randy McStine: voce, chitarra, tastiere

 

Collaboratori:

Gavin Harrison: batteria

Nick D’Virgilio: batteria

Colin Edwin: basso

Dug Pinnick: basso

John Giblin: basso

Dave Meros: basso

Dave Kerzner: tastiere

John Wesley: chitarra

Lloyd Landesman: synth

Rob Weinberger: flauto, sax

Micah Banner-Baine: violino

Laura Hine: viola

Jim Glasgow: violoncello

 

Discografia:

2010 – A Deep Breath (Sound Language)

2012 – Chalk Lines (single version)

2012 – Chalk Lines (Burning Shed)

Fotogallery

  • Lo-Fi Resistance
  • Lo-Fi Resistance
  • Lo-Fi Resistance

Check Also

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Faust & Malchut Orchestra / Fausto Bisantis

Faust & Malchut Orchestra è la band che dal 2012, porta in scena il repertorio …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *