37 milioni di giapponesi devono spegnere le luci per risparmiare elettricità | ADESSO

Con un’ondata di caldo in Giappone che ha portato a un maggiore utilizzo dell’aria condizionata, il governo ha chiesto ai 37 milioni di residenti della capitale Tokyo e delle città circostanti di spegnere le luci lunedì mattina. È così che il governo vuole evitare che il Paese finisca l’elettricità.

Le temperature a Tokyo sono salite a 35 gradi lo scorso fine settimana e la vicina città di Isesaki ha persino registrato 40 gradi. Questa è la temperatura più alta mai registrata in Giappone a giugno.

Ecco perché il governo ha incaricato i residenti della capitale di far funzionare l’aria condizionata a tutto volume, utilizzando meno luce possibile tra le 15:00 e le 18:00 (ora locale). Pertanto, il consumo eccessivo di elettricità dovrebbe scendere al 3,7%, ha annunciato domenica il ministero dell’Economia. Il Giappone ha un buffer di circa il 3% per soddisfare la domanda.

“Se la domanda aumenta improvvisamente e ci sono problemi di offerta, il buffer può scendere al di sotto del 3% e questo può portare a gravi problemi”, ha affermato il ministero.

Il Giappone è alle prese con problemi di elettricità da quando alcune centrali nucleari sono state chiuse a causa di un terremoto a marzo. Ciò si aggiunge alla chiusura delle vecchie centrali elettriche per motivi climatici.

All’inizio di questo mese, il governo aveva già chiesto alle famiglie e alle imprese di utilizzare meno elettricità possibile durante i mesi estivi.

READ  il più grande miracolo operato dalla preghiera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.