“A 23 anni era scoraggiante”, una vita da incubo – Libero Quotidiano

“A 23 anni, per il tipo di ambizione che avevo, era scoraggiante pensare di essere solo l’ombra di qualcun altro“: Stefano De Martino ha confidato parlando della sua ex, Belen Rodriguez, in un’intervista con Repubblica. Il ballerino si riferiva all’epoca in cui veniva etichettato come “Lord Belen”: “Le etichette stanno diminuendo per definizione. Ho sempre creduto in quello che volevo fare”. E ancora: “Volevo dimostrare che c’era di più. Ma forse in quegli anni non comunicavo molto essendo stato solo ‘Mr. Belen era lì. Forse mi sarei definito così anche io”.

Parlando della sua prima casa, Gli amici, e soprattutto di Maria De Filippi, De Martino ha detto: “Mi ha dato il germe della televisione. e chi sarà chiamato Bar Stella. Un nome scelto non a caso: era il bar del nonno, a Torre Annunziata, dove è cresciuto. Stefano ha poi spiegato che oggi che fa il conduttore ci sono cose che non rifarebbe mai più. Ad esempio, posando in mutandine per uno spot pubblicitario: “Nella danza lavori con il corpo, non hai quel tipo di modestia. Finché ballavo, non trovavo strano togliermi i vestiti. mi vergognerei come un ladro. Non potrei condurre un programma e stare su una bacheca in mutande”.

Il suo sogno segreto, come ha ammesso lui stesso, è arrivare a Sanremo un giorno: “Bisogna arrivarci con qualche capello bianco, è il coronamento di una carriera. Non mi pongo il festival come obiettivo, è una laurea honoris causa. spero di vincerlo”.

READ  Fabrizio Corona in ospedale, ricoverato in psichiatria e sorvegliato da agenti di polizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *