a giorni la decisione – Corriere.it

Gli avvocati del figlio della regina Elisabetta, accusato di stupro della minore Virginia Giuffre, chiedono il licenziamento

LONDRA – Un’ora prima del giudice Lewis Kaplan a New York e la promessa di una decisione “rapida”.

L’udienza con cui gli avvocati del principe Andrea hanno cercato di archiviare la corte si è conclusa senza colpi di scena Causa per molestie intentata contro il terzo figlio della regina Elisabetta da Virginia Giuffre, chi sostiene essere costretto a fare sesso con il Duca di York in tre volte nel 2001, ancora minorenne.

Per Andrea, spina nel fianco della famiglia reale, costretta a rinunciare al suo ruolo ufficiale nel novembre 2019 e da allora rimossa da impegni pubblici e ricongiungimenti familiari, l’appello rappresenta la possibilità di chiudere un capitolo che l’ha costretta a vivere in le ombre e imbrattava l’immagine dei Windsor.

La motivazione è
l’accordo che Giuffre ha stretto con Epstein nel 2009, con il quale, in cambio di 500.000 dollari
, la donna ha rinunciato a citare in giudizio l’imprenditore americano, suicidatosi in carcere nell’agosto 2019, e “altri potenziali imputati” non meglio identificati. Davanti allo stesso giudice, i legali di Andrea avevano già cercato di prevenire il caso facendo presente che Giuffre si era da tempo trasferito in Australia e non aveva diritto di rivolgersi ai tribunali statunitensi, argomento che Kaplan non aveva accettato.

Il Duca si dichiara innocente. Afferma che i fatti a lui attribuiti non sono mai accaduti e non ricordo di aver incontrato Giuffre, nonostante l’esistenza di una fotografia che li rappresenta insieme a Londra.

Difficile vedere come il Duca possa ristabilire la sua reputazione in futuro, anche perché amicizia con Epstein e Ghislaine Maxwell, la vicinanza al loro ciclo di traffico di bambini, adescamento e abuso, i viaggi a Manhattan, in Florida, e l’isola privata di Little St James sono ben documentati.

READ  Lutto nel design, è morto Lodovico Acerbis

Finora i procedimenti non hanno toccato il merito delle accuse: si sono concentrati su questioni tecniche, come il significato di “potenziale” o chi ha il diritto di decidere se l’accordo firmato nel 2009 e fino ad ora. giorni fa il segreto può essere contestato dal principe Andrea (non dovrebbero parlare gli eredi del defunto Epstein, ha chiesto il giudice?).

Gli inviti del Duca alla coppia nel 1999 a Balmoral, amatissima residenza scozzese dove la regina trascorre abitualmente l’estate, non si prestano a interpretazioni, a Windsor l’anno successivo per la festa di compleanno di Elisabetta l’anno successivo Andrea, Anna, Margaret. e la Regina Madre, alle Ascot Races, a Sandringham per una battuta di caccia e, nell’agosto 2006, alla festa per il 18° compleanno di Beatrice a Windsor, durante la quale Epstein e Maxwell nella foto con Harvey Weinstein, condannato nel 2020 a 23 anni per stupro. Una fotografia che parla da sé. All’epoca nessuno sapeva la verità. Poco dopo il compleanno di Beatrice, tuttavia, Epstein fu accusato per la prima volta. Regolare. Si è dichiarato colpevole di incitamento alla prostituzione di una minorenne, è stato condannato a 18 mesi di carcere, di cui ne ha scontati 13. Nel 2010 Andrea è tornato da lui a New York. È raffigurato mentre cammina al suo fianco a Central Park, “per porre fine all’amicizia di persona”, ha detto alla BBC anni dopo. Ma poi altre foto del principe che, in accappatoio, saluta una donna dalla porta della villa di Epstein. Non sorprende quindi che Carlo abbia deciso così il fratello non potrà mai riprendere un ruolo attivo all’interno della famiglia, indipendentemente dall’esito del processo di New York.

READ  "La cocca di Maria De Filippi", dopo la delusione del trono | Chi va a Uomini e Donne

4 gennaio 2022 (modificato il 4 gennaio 2022 | 22:45)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *