A Parigi, tre agenti di polizia sono stati sospesi per aver picchiato violentemente un uomo che volevano arrestare

A Parigi, Francia, tre poliziotti sono stati sospesi dopo la pubblicazione di un video che li mostrava mentre picchiavano un uomo con estrema violenza e apparentemente senza motivo, nel tentativo di arrestarlo per non aver indossato una maschera

La sera di sabato 21 novembre, il picchiato – identificato solo dal nome di Michel – è tornato nel suo studio di registrazione nel 17 ° arrondissement di Parigi. Nei documenti del servizio di polizia, i tre poliziotti poi sospesi avevano scritto di aver notato Michel camminare per strada senza maschera (obbligatorio anche in Francia, nelle scorse settimane) e di essere stati trascinati da lui in officina violentemente, mentre cercavano di fermarlo per un esame.

Un video ripreso da una telecamera di sicurezza nello studio di registrazione di Michel mostra però qualcosa di diverso. Nel video – pubblicato giovedì sul sito di notizie Loopsider – vediamo che gli agenti spingono Michel attraverso la porta dell’ufficio, gettandolo contro un muro e colpendolo più volte con violenza, per diversi minuti, anche se Michel non sembra avere un atteggiamento minaccioso (sembra avere difficoltà a proteggere dai colpi). Il video mostra poi che l’intervento di alcune persone che si trovavano nel seminterrato dello studio spinge gli agenti in strada, da dove però rompono una finestra per lanciare all’interno dello studio un lacrimogeno. A questo punto, gli agenti – che avevano chiesto rinforzi – rientrano nei locali dello studio per arrestare Michel.

Michel ha detto di aver trovato i tre uomini sopra di lui mentre entrava nello studio e non si era reso conto che erano agenti di polizia. Mentre veniva picchiato, Michel ha detto di aver sentito anche insulti razzisti. Dopo essere stato arrestato con l’accusa di aver insultato gli agenti di polizia e aver tentato di rubare un’arma da fuoco, Michel è rimasto in detenzione per 48 ore ed è stato successivamente rilasciato senza accusa.

Il video della telecamera di sicurezza, così come il video girato da un vicino di Michel e le foto del suo volto coperto di sangue sono stati rilasciati giovedì e hanno portato alla sospensione dei tre agenti di polizia, che sono attualmente oggetto di un indagine. Da tempo in Francia si discute violenza della polizia è nato a razzismo diffuso tra gli ufficiali, spesso accusato di violenza e abuso. Inoltre, nelle ultime settimane ci sono state discussioni su una nuova legge sulla sicurezza che, tra le altre cose sembra rendere più difficile pubblicare video che mostrano la violenza della polizia.

READ  Coronavirus, la Francia supera i 10.000 contagi. Spagna, 241 morti in 24 ore. Epidemia in Montenegro nei Balcani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *