Abbandonata in casa da giorni, bambina di 20 mesi muore di fame

Morta di fame perché sua madre l’ha lasciata a casa per giorni.

I fatti risalgono alla fine del 2019 a Brighton, nel Regno Unito: Asiah, 20 mesi, è stata abbandonata dalla madre Verphy Kudi, 19 anni, per esattamente cinque giorni, 21 ore e 58 minuti.

La donna, condannata ieri a nove anni di carcere per omicidio colposo, aveva più volte lasciato la figlia sola a casa nel loro appartamento. L’ultima volta in quasi una settimana, per festeggiare il suo compleanno a un concerto durante un viaggio a Londra.

Alla fine la piccola Asiah non ce la fece più, morì tragicamente di influenza e di fame. Quando i paramedici sono stati finalmente chiamati, hanno trovato la madre “angosciata e sconvolta” accanto a sua figlia stesa a terra, senza vita.

Nessuno sentiva i gemiti della bambina: secondo il medico, dalla bocca della bambina non usciva un suono perché, abituata a stare da sola, sapeva che sarebbe stato inutile.

Per il giudice che ha condannato la ragazza di 19 anni, la bambina ha sopportato “sofferenze quasi inimmaginabili” prima di morire sola nell’appartamento: “Era una bambina indifesa e si affidava completamente alla madre per manifestare i suoi bisogni”.

(Unioneonline/D)

© Tutti i diritti riservati

READ  Il coronavirus, la "variante inglese", è diffuso nel Regno Unito: più di 60.000 contagi e più di mille morti. In Germania 1.019 morti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *