Abbattuta nonna Nahel (17 anni) invita alla calma in Francia: “Le persone che distruggono tutto devono fermarsi” |  All’estero

Abbattuta nonna Nahel (17 anni) invita alla calma in Francia: “Le persone che distruggono tutto devono fermarsi” | All’estero

La nonna di Nahel (17 anni), uccisa a colpi d’arma da fuoco in Francia durante un controllo del traffico, invita il Paese alla calma dopo diversi giorni di disordini. ,,Sono così stanco. A queste persone che ora stanno distruggendo tutto, dico loro di smetterla! Che non distruggano le scuole e gli autobus”

Nonna Nadia fa la sua telefonata contro il mezzo francese BFM-TV. Pensa che i rivoltosi qua e là in Francia stiano “usando il nipote defunto come pretesto”. Che usino la morte di Nahel per scatenare una rivolta. “Devono smetterla di rompere le vetrine dei negozi, delle scuole, degli autobus. Sono le madri che prendono l’autobus”.

Nahel, un ragazzo di origine algerina, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco da un poliziotto a Nanterre, sobborgo parigino, martedì scorso. Ciò è accaduto dopo che l’auto su cui stava guidando Nahel è stata fermata dalla polizia per violazioni del codice stradale. La polizia dice che il ragazzo ha poi cercato di scappare. Un amico di Nahel dice che il suo piede è scivolato dal pedale del freno.

La morte del ragazzo ha scatenato rabbia e rivolte in tutta la Francia. Le cose sono diventate turbolente per la prima volta nella città natale di Nahel, Nanterre, nella periferia di Parigi. La violenza si diffuse rapidamente in molte altre città francesi. Molte persone sono arrabbiate per l’azione della polizia e accusano la forza di essere razzista ed eccessivamente aggressiva.

Il testo continua sotto la foto.

La morte di Nahel (a sinistra) ha scatenato rivolte in diverse città francesi.
La morte di Nahel (a sinistra) ha scatenato rivolte in diverse città francesi. © ep

READ  "Contagi in declino, mandano anche galli e crisante da Amadeus" - Libero Quotidiano

‘Così stanco’

Nadia dice che è stanca. “È finita, mia figlia non ha più vita.” È arrabbiata con l’ufficiale che ha sparato a suo nipote, dice. Quasi 500.000 euro sono già stati raccolti per il magistrato durante una campagna di raccolta fondi. “Mi sento male nel cuore. Ma sarà punito come tutti gli altri. Conto sulla giustizia”, ​​ha detto la nonna.

Allo stesso tempo, non vuole generalizzare. È arrabbiata con questo poliziotto, ma non con gli altri poliziotti. “Fortunatamente sono qui.”

Nelle ultime sere e notti si sono verificati disordini e scontri tra giovani e polizia in diverse città francesi. Sabato sera e nella notte tra sabato e domenica, nel Paese sono state arrestate 719 persone. Uno dei momenti più bassi si è verificato a L’Hay-les-Roses, appena a sud di Parigi. Alla casa del sindaco in questo posto, ieri notte c’è stato un incendio doloso. Sua moglie si è poi rotta una gamba mentre fuggiva con i suoi figli.

Il testo continua sotto la foto.

Un messaggio è stato spruzzato su una vetrina di un negozio a Marsiglia durante i disordini.
Un messaggio è stato spruzzato su una vetrina di un negozio a Marsiglia durante i disordini. © ANP/EPA

Consultazione di crisi

Il presidente francese Emmanuel Macron terrà un altro incontro di crisi con diversi membri del governo domenica sera a causa delle rivolte in corso, riporta il quotidiano francese. Il mondo. L’incontro si svolgerà alle 19:30 alla presenza del primo ministro Elisabeth Borne, del ministro dell’Interno Gérald Darmanin e del ministro della Giustizia Éric Dupond-Moretti. Anche Borne e Darmanin si sono recati domenica pomeriggio a L’Hay-les-Roses, dove la casa del sindaco è stata bruciata.

Macron sarebbe dovuto arrivare in Germania domenica per una visita di Stato, ma la visita è stata rinviata a causa dei disordini. Macron ha anche tenuto una riunione di crisi venerdì sui disordini in corso. Poi è tornato in precedenza da Bruxelles, dove si trovava per un vertice dell’UE.

READ  Il coprifuoco viene utilizzato contro la pandemia?

Polizia antisommossa francese al lavoro a Parigi.
La polizia antisommossa francese al lavoro a Parigi. © REUTERS

La polizia al lavoro a Marsiglia, venerdì 1 luglio.
La polizia al lavoro a Marsiglia, venerdì 1 luglio. ©AFP

Guarda i nostri video di notizie più visti nella playlist qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *