Altri razzi su diverse città • “L’FSB arresta otto persone per l’esplosione di Krimbrug”

Altri razzi su diverse città • “L’FSB arresta otto persone per l’esplosione di Krimbrug”

Dubbi sull’indagine dell’FSB sull’esplosione di Krimbrug

I risultati dell’indagine dei servizi segreti russi sull’esplosione del ponte in Crimea sono messi in discussione. L’FSB questa mattina ha rilasciato una radiografia di quello che si ritiene essere il camion esploso sul ponte mentre leggeva la Russia sabato scorso. Ma questa foto non corrisponde al filmato di una telecamera di sicurezza in cui il camion esploso viene ispezionato dagli agenti di sicurezza russi. Questi sono due camion diversi, ha detto un ricercatore indipendente su Twitter:

Ad esempio, la radiografia mostra quattro ruote e il filmato di sicurezza mostra cinque ruote. L’auto nel filmato della telecamera ha anche un doppio asse posteriore e quello nel filmato dell’FSB ha un solo asse. Inoltre, la ruota di scorta è in un posto diverso e il paraurti laterale non è visibile sulla radiografia.

“Il 30% dell’approvvigionamento energetico colpito dai missili russi”

Gli attacchi missilistici che la Russia ha effettuato nei giorni scorsi sull’Ucraina hanno colpito circa il trenta per cento dell’approvvigionamento energetico del Paese, ha dichiarato al canale americano CNN il ministro dell’Energia ucraino Halushchenko.

“Dobbiamo far capire ai nostri alleati: dobbiamo fare difesa aerea”, ha detto il ministro. Con ciò fa riferimento ai sistemi antiaerei che l’Ucraina spera di ricevere oggi al vertice della NATO a Bruxelles.

Guarda parte dell’intervista della CNN con Halushchenko su Twitter:

Funzionario polacco dell’energia: la perdita dell’oleodotto non sembra essere un sabotaggio

Non sembra essere un sabotaggio la fuga che ha avuto origine nel gasdotto Druzhba in Polonia. Lo ha detto all’agenzia di stampa Reuters un funzionario polacco che si occupa di approvvigionamento energetico.

Secondo Mateusz Berger, non c’è motivo di credere che qualcuno abbia intenzionalmente causato la fuga di notizie. Sospetta un incidente.

Nuove esplosioni in diverse città

Circa 100 missili russi sono stati lanciati la scorsa notte, ha detto il governatore. Ha coinvolto decine di case e appartamenti, asili nido, negozi e una scuola. Danneggiati anche i cavi elettrici.

La sirena del raid aereo è suonata di nuovo nella capitale kyiv, ma non ci sono ancora notizie di danni o vittime.

E nella città di Melitopol, catturata dai russi, si è sentita anche un’esplosione. Sarebbe un veicolo esploso a nord della città.

Perdita nell’oleodotto di Drozhba in Polonia

L’operatore polacco dell’oleodotto PERN ha scoperto una perdita nell’oleodotto di Druzhba. Il petrolio scorre dalla Russia all’Europa attraverso questo gasdotto. La fuga di notizie è stata scoperta ieri sera, secondo quanto riferito dall’azienda questa mattina.

Non è noto come sia stato danneggiato il gasdotto, secondo PERN. La perdita si trova in una parte della condotta, a circa 70 chilometri dal centro della cittadina di Plock. Il resto del gasdotto non è danneggiato, dice il manager.

Druzhba (“amicizia” in russo) è stata costruita dall’Unione Sovietica nel 1964 ed è l’oleodotto più lungo del mondo. Inizia ad Almetyevsk, in Russia, e continua in Bielorussia, dove il vantaggio è condiviso. Una parte va in Polonia e Germania e l’altra parte porta petrolio in Ucraina, Slovacchia, Repubblica Ceca e Ungheria.

Servizi segreti russi: arrestate otto persone per l’esplosione di un ponte in Crimea

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa russa Interfax, i servizi segreti russi dell’FSB hanno arrestato otto persone in relazione all’esplosione al ponte di Crimea lo scorso sabato. Riguarda cinque cittadini russi e tre cittadini di Ucraina e Armenia. Hanno partecipato alla preparazione dell’esplosione, secondo l’FSB. La Russia crede che l’intelligence militare ucraina fosse dietro l’esplosione.

READ  "Il generale ucraino visita il fronte vicino a Bachmut" • Zelenskyj promette a Biden di non schierare gli F-16 sul territorio russo

Un’indagine dell’FSB avrebbe dimostrato che l’esplosivo, avvolto in una pellicola di plastica, era nascosto in un carico di 22 pallet. All’inizio di agosto, questo carico sarebbe stato inviato da Odessa in Bulgaria. Successivamente, è stato finalmente portato al ponte di Crimea con documenti falsi attraverso l’Armenia, la Georgia e la Russia meridionale ed è esploso lì.

Nuove forniture di armi discusse al vertice della NATO

I rappresentanti dei trenta paesi della NATO si incontrano oggi a Bruxelles per un vertice. Tra le altre cose, discuteranno di nuove consegne di armi all’Ucraina, poiché la Russia ha effettuato una nuova serie di attacchi missilistici negli ultimi giorni.

La NATO discuterà con l’Ucraina di cosa è necessario. La Germania e gli Stati Uniti si sono già impegnati a fornire, tra le altre cose, moderni sistemi di difesa aerea. Il segretario generale della Nato Stoltenberg ha affermato ieri che gli aiuti saranno aumentati “affinché l’Ucraina possa difendersi e liberare il territorio occupato dalla Russia”.

La corrispondente dell’UE Kysia Hekster ha detto ieri sera a Nieuwsuur su cosa si concentrerà l’Ucraina oggi al vertice della NATO:

La NATO continua a sostenere l’Ucraina e annuncia nuove sanzioni contro la Russia

Biden avverte l’Arabia Saudita: il taglio della produzione di petrolio non è senza conseguenze

Il presidente degli Stati Uniti Biden ha affermato che la decisione dell’OPEC di tagliare la produzione di petrolio influenzerà le relazioni tra l’Arabia Saudita e gli Stati Uniti. Recentemente Washington ha fatto pressioni contro il taglio della produzione, anche perché aiuta la Russia. La riduzione della produzione di petrolio aumenta il prezzo, il che è finanziariamente vantaggioso per la Russia. I paesi dell’OPEC hanno ignorato la lobby americana, che mirava proprio ad aumentare la produzione di petrolio.

READ  La Germania si ferma con il petrolio russo • Intenso bombardamento della fabbrica Azovstal Mariupol

Biden non ha detto in una conversazione con la CNN quali conseguenze ciò avrebbe per i sauditi. L’influente senatore democratico Bob Menendez, presidente della Commissione Affari Esteri, aveva chiesto il giorno prima che i rapporti con Riad fossero congelati. Anche le consegne di armi dovrebbero essere sospese.

Dopo l’omicidio del giornalista del Washington Post Jamal Khashoggi in un consolato saudita a Istanbul nel 2018, le relazioni tra Stati Uniti e Arabia Saudita sono state interrotte. L’intelligence statunitense presume che il principe ereditario Mohammad bin Salman l’abbia ordinato, anche se lo nega.

Biden ha parlato un linguaggio forte nei confronti dell’Arabia Saudita nelle elezioni del 2020. Se diventerà presidente, le spedizioni di armi statunitensi nel Golfo falliranno e il paese sarà trattato come un paria sotto il suo governo. Ma questa estate, Biden ha portato visitare a Bin Salman a Riyadh, oggetto di critiche.

Governatore: 55 corpi riesumati da fossa comune

Secondo le autorità locali, 55 corpi sono stati riesumati dalla fossa comune recentemente scoperta nella città di Lyman, nell’Ucraina orientale. Sono soldati, civili e un bambino, precisa il governatore di Donetsk.

“Erano civili e i nostri difensori, le forze armate”, ha detto il governatore all’agenzia di stampa Reuters. La bambina di 1 anno è stata reinterrata con la sua famiglia. I risultati dell’indagine preliminare indicano che le vittime sono state uccise da esplosivi o proiettili, secondo l’Ucraina.

Lyman è stato ripreso dai soldati russi il 1 ottobre. La scoperta della fossa comune è stata segnalata dalle autorità ucraine venerdì scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *