tra le vittime una mamma e un bimbo di 3 mesi

E.Magg.
06 settembre 2021 07:17

Un massacro. Un ex cecchino dell’esercito americano ha ucciso ieri quattro persone nella Florida centrale, incluso un bambino tra le braccia di sua madre, hanno confermato i funzionari statunitensi. Il motivo dell’attacco non è chiaro.

Il massacro di Polk

Il sospetto killer, identificato come Bryan Riley, si è presentato in una casa privata e ha ucciso un uomo di 40 anni, una donna di 33 anni e suo figlio di 3 mesi, oltre a un 62enne. uomo. nonna in una zona residenziale della contea di Polk, secondo i media locali dello sceriffo Grady Judd.

Anche Riley, 33 anni, che indossava un giubbotto antiproiettile, ha ferito una bambina di 11 anni prima di essere arrestato dalla polizia. La ragazza è stata operata per sette ferite da arma da fuoco. Veterano delle guerre in Iraq e Afghanistan, l’uomo ha dichiarato alla polizia di essere un “survivalista”, cioè pronto per un mondo “post-apocalittico”, e di aver assunto metanfetamine. “Sai perché l’ho fatto”, ha aggiunto il sospettato, senza fornire ulteriori spiegazioni. Ha affermato di essere stato “inviato da Dio”. Un survivalista è un individuo che si prepara a essere completamente autosufficiente, a volte convinto che la società come la conosciamo sta per finire.

Il partner dell’uomo ha detto agli investigatori che Riley soffriva di disturbi da stress post-traumatico e depressione. Fino a ieri, secondo la donna, non era mai stato violento.

Riley non aveva alcun legame con le vittime

Ferito nella sparatoria con gli agenti, l’ex soldato è stato portato d’urgenza in un ospedale locale, dove ha nuovamente tentato di attaccare la polizia. È stato sedato, medicato e trasferito in una prigione locale. Sulla grave vicenda di sangue, che è ancora agli inizi, è in corso un’indagine. Riley non aveva alcun legame con le vittime. Prima di essere arrestato, ha anche ucciso il cane di famiglia.

READ  come è uscita indenne questa portaerei - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *