Apple espande la crittografia e2e in iCloud e introduce nuove funzionalità di sicurezza – Tablet e telefoni – Novità

Apple espande la crittografia end-to-end in iCloud a 23 tipi di dati. In precedenza, la tecnica di crittografia era disponibile per 14 tipi di dati. I dati di posta, contatti e calendario di iCloud non sono ancora crittografati e2e. L’azienda offre anche due nuove funzionalità di sicurezza.

Il fatto che i dati di posta, contatti e calendario di iCloud non siano crittografati è dovuto a questo secondo Apple poiché questi servizi devono essere in grado di integrarsi con applicazioni e sistemi di terze parti. Oltre a queste tre categorie di dati inclusi in iCloud, la crittografia end-to-end verrà applicata ai backup del dispositivo iCloud, ai backup dei messaggi, a iCloud Drive, ai promemoria, ai segnalibri di Safari, agli incarichi, alle registrazioni dei memo, ai messaggi vocali e alle informazioni dall’applicazione Wallet. I dati sanitari, le informazioni sulla posizione e le password erano già idonei per la crittografia end-to-end.


Funzionalità di sicurezza Apple

Per abilitare la crittografia end-to-end estesa, la funzione Protezione dati avanzata deve essere abilitata nel menu iCloud. Viene inoltre specificato che Apple non potrà più accedere ai dati una volta attivata la crittografia. Da quel momento in poi, i dati saranno accessibili solo tramite dispositivi approvati dall’utente. Pertanto, gli utenti dovranno impostare un metodo di ripristino alternativo dopo aver abilitato la funzione nel caso in cui abbiano perso i propri dati.

Advanced Data Protection è disponibile oggi per gli utenti iOS negli Stati Uniti che partecipano anche al programma Apple Beta Software. La funzione verrà implementata più ampiamente negli Stati Uniti entro la fine di quest’anno. La protezione avanzata dei dati sarà disponibile anche per gli utenti iOS in altri paesi all’inizio del 2023.

READ  Mostra di grandi pianeti nel cielo, gli astrofili scattano foto

Oltre alla protezione avanzata dei dati, Apple offre anche altre due funzionalità di sicurezza iOS. Dopotutto, nel 2023 sarà possibile in tutto il mondo crittografare gli account ID Apple con chiavi di sicurezza di terze parti, come una YubiKey. E Apple aggiungerà anche la verifica della chiave di contatto iMessage a iOS all’inizio del prossimo anno. Ciò consente agli utenti di iMessage di assicurarsi di comunicare solo con le persone con cui pensano di comunicare. Una volta che il sistema sottostante rileva un dispositivo che accede ai messaggi in iMessage, gli utenti che hanno abilitato la funzione vedranno un avviso nella parte inferiore della finestra del messaggio. Questi utenti possono anche aprire una comunicazione tramite FaceTime, tra l’altro, per verificare l’identità dell’altro tramite un codice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *