Auto autonoma lanciata a 150 km / h in autostrada, ma dentro dormono tutti. Polstrada sbalordito

Quando il polizia fermato davanti all’auto che guidava a tutta velocità sull’autostrada, non poteva credere ai suoi occhi. Sembrava non esserci nessuno al volante e invece l’autista, un ragazzo di 20 anni, reclinò il sedile e si addormentò, fiducioso nella guida autonoma della sua macchina, un Tesla Model S. Accanto a lui, un’altra persona, anche lei addormentata. Il giovane, rapporti BBC Online, è stato incriminato per guida pericolosa. L’incidente è avvenuto vicino a Ponoka, in Alberta, lo scorso luglio, ma è stato reso noto solo ora, in preparazione del processo previsto per dicembre.

“Sono nelle forze di polizia da 23 anni, ma non ho mai visto niente del genere”, ha detto uno degli agenti che hanno fermato l’auto. Il 20enne era al posto di guida di una Tesla Model S. Attualmente le auto prodotte dal gruppo fondato da Elon Musk funzionano con un pilota automatico di secondo livello, che richiede al guidatore di stare all’erta, mani sul volante e pronte a reagire a qualsiasi imprevisto. Secondo lo stesso Musk, i primi modelli completamente autonomi dovrebbero essere prodotti entro la fine dell’anno, anche se ci sono “molti piccoli problemi” da affrontare prima di arrivare a quel punto.


Ultimo aggiornamento: venerdì 18 settembre 2020, 13:25

© RIPRODUZIONE RISERVATA

READ  Trasloco a New York: cittadini pagati per vaccinarsi, 100 dollari per la prima amministrazione. Casi in aumento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *