Biden disegna il confine (per ora): nessun missile può colpire la Russia

Biden disegna il confine (per ora): nessun missile può colpire la Russia

“Non forniremo all’Ucraina sistemi missilistici in grado di colpire obiettivi in ​​Russia”. Per il presidente degli Stati Uniti Biden, questo è il limite per le consegne di armi a Kiev. Almeno questo è il suo limite dopo quasi cento giorni di guerra.

Biden ha parlato ieri con i giornalisti di Multiple Launch Rocket Systems (MLRS). Questi lanciamissili mobili offensivi possono sparare un’ampia gamma di proiettili, con una portata fino a 300 chilometri. Ma Washington non invierà tali missili a lungo raggio a Kiev.

‘Razionale’

Il Consiglio di sicurezza russo la definisce una decisione razionale. Il Cremlino ha sempre affermato di non poter tollerare tali forniture di armi dall’Occidente. Gli stati membri della NATO temono anche che l’invio di missili con cui l’Ucraina potrebbe prendere di mira città russe lontane sia un passo troppo avanti.

Biden potrebbe quindi essere in grado di inviare MLRS, ma solo con missili a corto raggio. Un alto funzionario ha confermato al Washington Post che questa opzione è ancora sul tavolo.

Simbolico

Il caso mostra che il compromesso sull’invio o meno di armi è un complicato atto di bilanciamento. “È una convergenza di interessi, preoccupazioni e un mix di politica interna ed estera”, afferma Frans Osinga, un professore appositamente nominato di studi sulla guerra. “La decisione simboleggia ciò per cui l’Occidente è attualmente preparato”.

Prendi l’esempio delle consegne di armi dai Paesi Bassi. Hanno iniziato con giubbotti a schegge ed elmetti e l’ultimo pacco conteneva obici corazzati da 55 tonnellate. Con l’artiglieria mobile che l’esercito ucraino ha ricevuto dall’Occidente, può già bombardare le vicine città russe.

READ  Folle sulle strade delle vacanze, tranquillità sulle strade olandesi | ANWB

Il confine è liquido

“Putin ha stabilito da tempo il quadro in cui la NATO partecipa indirettamente a questa guerra”, continua Osinga. Secondo lui, il limite a cui l’Occidente può spingersi con la fornitura di attrezzature è in definitiva liquido.

A seconda dell’evoluzione della battaglia e dell’opinione pubblica negli Stati Uniti, Biden potrebbe sempre decidere di inviare armi più pesanti. Osinga: “Forse Biden tiene in riserva la struttura MLRS per una situazione estrema in cui può dire: ora il suo uso è legittimo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *