Bonucci prima di Italia-Austria: “In ginocchio? Decideremo insieme”

Il capitano azzurro alla vigilia degli ottavi di finale contro l’Austria: “Vogliamo dare gioia ai nostri tifosi”

L’Europeo di Leonardo Bonucci è stato finora di alto livello: più di una testata internazionale lo ha inserito nella formazione ideale per la fase a gironi, colonna portante di una difesa ancora imbattuta. Capitan azzurro in assenza di Chiellini (Giorgio c’è ma non tornerà titolare), ha gli onori e i doveri del ruolo. Con un compito un po’ pesante, alla vigilia degli ottavi di finale contro l’Austria: spiegare la posizione dei giocatori della Nazionale in ginocchio o meno, in omaggio alla campagna “Black lives matter”, prima del fischio d’inizio. invio. “Quando torneremo in albergo faremo un incontro – ha detto in conferenza stampa a Wembley – lì decideremo tutti insieme come comportarci domani, come sarebbe dovuto accadere anche prima della partita contro il Galles, e se chiedilo alla nostra federazione.

Rispetto e dettagli

“Abbiamo il massimo rispetto per l’Austria, hanno la freschezza e la capacità di fare una grande partita – continua il centrale azzurro – Arnautovic dice che non ha paura di noi? diciamo. Non abbiamo mai detto che ci sentivamo superiori a quanto lontano siamo arrivati con Mancini che ha dimostrato di essere giusto, ha tolto la pressione e ha seguito quello che ci ha detto. Da parte nostra c’è la voglia di continuare così, l’elemento fondamentale è il gruppo. Quello più uno che non è una somma ma un più grande 1. Siamo fiduciosi, anche se non possiamo abbassare la guardia contro nessuno. Domani dovremo essere molto attenti ai dettagli, rispetteremo l’Austria ma dovremo fare il nostro gioco e leggere bene i diversi momenti delle partite per la gioia dei nostri fan.

READ  PSG vicino alla cessione di Mauro Icardi: sei tornato in Serie A?

Un gradino sopra

Ancora sugli avversari di domani: “L’Austria ha un modo di giocare molto ‘tedesco’, aggressività sulla palla vagante, ritmo alto, pressione in avanti. Penso che sia un passo in più rispetto alle tre nazionali che abbiamo affrontato finora”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *