bruciore di stomaco, poi tragedia

Dan Morton, 31 anni, è morto per un attacco di cuore 20 minuti dopo aver sofferto di bruciore di stomaco mentre visitava sua sorella.

La famiglia di Dan Morton non riesce ancora a credere che sia successo. Il sano padre britannico di 31 anni è morto 20 minuti dopo aver lamentato un bruciore di stomaco. Ha preso una pillola poco dopo essersi sentito male, ma entro 15 minuti ha avuto un attacco e ha smesso di respirare.

Se vuoi seguire tutte le nostre novità in tempo reale CLICCA QUI

L’assurda morte di Dan, il “miglior papà del mondo”

La tragedia si è svolta per Dan Morton era in visita a sua sorella Sarah il 1 ° febbraio. È stata lei a tentare di rianimarlo, purtroppo senza successo. I membri della famiglia devastati dal lutto hanno reso omaggio al “gigante gentile” (era molto alto) ricordandolo come un padre amorevole.

Leggi anche -> Gli negano l’uso del defibrillatore, un uomo muore di infarto in un supermercato

I medici in seguito scoprirono che Dan aveva un blocco arterioso che gli avrebbe lasciato solo il 12% di possibilità di sopravvivenza. Ma non ci sono stati sintomi fino a pochi minuti prima della sua morte, cosa che ha lasciato la sua famiglia sotto shock e la figlia Phoebe, 5 anni, senza “il miglior papà del mondo”.

Dopo aver prestato servizio come portiere a Newcastle e Durham per circa cinque anni, guadagnandosi il soprannome di “Big Dan”, Dan aveva recentemente lavorato come receptionist per il National Health Service (NHS).

“Era un gigante gentile, amava i bambini. Ho due figli piccoli e non avrebbero potuto chiedere uno zio migliore ”, ricorda la sorella. “Il mio bambino ha quattro anni e apre la finestra ogni sera per poter cantare una canzone a suo zio Dan. Era il tipo di persona che avrebbe aiutato chiunque. Era il miglior fratello maggiore – super protettivo, divertente., Premuroso – che Potrei desiderarlo. Tutti lo amavano ”.

READ  "Non era più in grado di allenarsi e gareggiare"

Leggi anche -> Il bambino si riprende da Covid ma la ricaduta provoca un attacco di cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *