Celebrità statunitensi accusate di pubblicità illegale di criptovalute

Celebrità statunitensi accusate di pubblicità illegale di criptovalute

Youtuber e pugile Jake Paul

Notizie ONS

Otto celebrità americane sono state accusate di promuovere illegalmente criptovalute. L’attrice Lindsay Lohan, lo YouTuber e pugile Jake Paul e il cantante Ne-Yo, tra gli altri, avrebbero usato i loro account sui social media per promuovere due criptovalute, per non parlare del fatto che erano stati pagati per fare pubblicità.

I famosi americani sono stati citati in giudizio dal cane da guardia della SEC. Oltre a Lohan, Paul e Ne-Yo, il rapper Lil Yachty, il cantante Akon e l’attrice porno Kendra Lust si sono accontentati di un totale di oltre $ 400.000.

Paul ha dovuto pagare di più: oltre $ 100.000. Non hanno ammesso di essere coinvolti nel caso delle criptovalute. Il rapper Soulja Boy e il cantante Austin Mahone non sono d’accordo con la SEC. Perché non è chiaro.

Commercio di lavatrici

L’investitore dietro le monete TRX e BTT, Justin Sun, è accusato di frode. Ne sarebbe stato colpevole lavare il commercio. In questo caso, un investitore acquista e vende la stessa quota di una valuta per lo stesso importo a breve termine, dando l’impressione che si tratti di una valuta.

Sun è un delegato dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) per conto di Grenada. Secondo la SEC, il cittadino cinese attualmente risiede a Singapore o Hong Kong.

Non è la prima volta che celebrità con milioni di follower promuovono la criptovaluta senza indicare di essere pagate per questo. L’attore Matt Damon, l’attrice Reese Witherspoon e l’icona del football americano Tom Brady, tra gli altri, lo hanno fatto negli ultimi anni. La star dei reality TV Kim Kardashian è stata multata di 1 milione di dollari l’anno scorso per aver promosso illegalmente Ethereum Max. L’attore Steven Seagal ha risolto un caso simile nel 2020 per $ 300.000.

READ  Raffaella Carrà, scandaloso il ricordo di Maurizio Casagrande: i tifosi in rivolta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *