chi è già vaccinato a rischio di ammalarsi? Quali VACCINI tutelano il MEGLIO? Tutte le RISPOSTE »ILMETEO.it

VARIANTE DELTA: chi è già VACCINATO RISCHIO DI MALATTIA? Quali VACCINI tutelano il MEGLIO? Tutti i commenti

L’efficacia dei vaccini sulla variante Delta La variante Delta del coronavirus continua a preoccupare diversi paesi del mondo a causa della sua elevata trasmissibilità. Sorgono molti dubbi sull’efficacia dei vari vaccini disponibili nel mondo, in particolare con questa mutazione che sembra anche piuttosto aggressiva.

Per questo motivo il Corriere della Sera cerca di dare risposte più concrete ai vaccinati sia con la prima che con la seconda dose. Qual è il rischio di ammalarsi di nuovo?Ma soprattutto: quali vaccini proteggono meglio?

Un nuovo studio con dati sulla popolazione vaccinata negli Stati Uniti, pubblicato anche sulla rivista Lancet, ha verificato che dopo una prima dose del vaccino
Pfizer c’è l’80% di efficienza di protezione, l’83% per Moderno e il 76% per AstraZeneca. Ma attenzione, perché queste cifre, una volta ricevuta la prima dose di vaccino, cambiano in presenza della mutazione Delta. Secondo alcuni dati del Regno Unito, dove prevale Delta, la protezione cambia notevolmente per raggiungere il 36% con Pfizer e solo al 30% con AstraZeneca. Insomma, si tratta di percentuali davvero basse che ci fanno capire quanto il rischio di contagio sia molto maggiore con la variante Delta.

Ma non è tutto. Per chi ha completato ilciclo completo di vaccinazione, ha quindi eseguito le due dosi, l’efficacia dei vaccini sui cambiamenti Delta che porta alla 79% Pfizer, 94% moderno e solo il 60% per AstraZeneca.

Pertanto, i vaccini in generale sono tutti fondamentali ed efficaci nel prevenire prima di tutto di contrarre l’infezione in forma grave e quindi ridurre notevolmente il rischio di morte. I riscontri con la doppia dose sono davvero positivi e tra i farmaci attualmente disponibili troviamo Pfizer che previene i ricoveri al 94% con la prima dose e al 96% con la seconda, AstraZeneca con il 71% la prima e al 92% la seconda dose e per quanto riguarda la Johnson & Johnson monodose, quest’ultima è abbastanza efficace perché riduce il rischio di ricovero dell’85%.

READ  Louisiana, 15 anni, uccisa da adolescente. Il crimine girato "in diretta sui social network"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *