Chiusura con una statistica eclatante: ”Non so se sia un complimento”

Chiusura con una statistica eclatante: ”Non so se sia un complimento”

Arne Slot può essere moderatamente soddisfatto dopo la partita in trasferta contro i Go Ahead Eagles (3-4). Il Feyenoord ha reso le finali inutilmente eccitanti, ma ha preso tutti e tre i punti da Rotterdam. L’allenatore è stato informato dopo la partita di una statistica sorprendente.

Dalla nomina di Slot, il Feyenoord ha segnato il maggior numero di punti in Eredivisie dopo essere rimasto indietro: trenta in totale. “Non so se è un complimento”, ride Slot. “Potresti dire che sei partito male o che stai cambiando bene. Penso che ora abbiamo ottimi sostituti. Se questi ragazzi entrano, hanno già fatto delle grandi mosse. È molto positivo per la squadra”.

Aiuta a ribaltare una partita, dice l’allenatore. “Forse come allenatore inizi con le persone sbagliate. Potrebbe anche essere possibile. “Slot non si sentiva insicuro dopo la brutta partenza. “Questa è la parola sbagliata. Ma ovviamente non è bello se devi andare ai Go Ahead Eagles, con uno stadio molto fanatico. Avevano zero punti dopo quattro partite, quindi non avranno iniziato la partita con troppa sicurezza. Se sono in vantaggio per 2-0 dopo quindici minuti, allora sai che ogni calcio di rinvio, punizione o calcio d’angolo viene ricevuto con applausi.

I Rotterdammers hanno quindi dato energia all’avversario. “Poi mi piace il modo in cui giocavamo a calcio. A parte i primi quindici minuti, ci ho visto giocare un ottimo calcio. Slot non è contento dei due gol subiti. “Il primo gol era una situazione standard e il secondo una situazione standard respinta Abbiamo anche subito un gol nella fase finale. Questa è la grande lezione di oggi: possiamo giocare un ottimo calcio, ma possiamo subire un gol in ogni secondo”.

READ  I primi visitatori della Coppa del Mondo stanno già giocando per il loro club; L'Anversa vince alla grande contro il Liegi

Quest’ultimo non è stato un problema nelle ultime settimane, sottolinea giustamente Slot. Il Feyenoord ha mantenuto la porta inviolata tre volte di seguito. “Ma poi abbiamo avuto un po’ più di difficoltà a segnare di nuovo”. L’allenatore non ha pensato alle condizioni fisiche dei giocatori fino a fine partita. “Avevamo già fatto alcune sostituzioni e non sapevamo quali ragazzi avrebbero potuto seguire. Ad esempio, non avevo tenuto conto del fatto che Orkun poteva giocare per 90 minuti. Dávid Hancko ha subito uno schiaffo sulla coscia ed è diventata dura. Poi abbiamo dovuto dedicargli la nostra quinta sostituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *