Come Hitler ha usato la fotografia per la sua immagine

Come Hitler ha usato la fotografia per la sua immagine

Siamo nel 1945, la seconda guerra mondiale è finita, del Terzo Reich di Hitler non è rimasto più niente. Una foto mostra un edificio distrutto da qualche parte in Germania con le parole “A Hitler ci sono voluti 12 anni per farlo” a grandi lettere. Questo è un riferimento allo slogan con cui Hitler promise al popolo tedesco un futuro glorioso nel 1933: “Dammi 4 anni”.

La foto simboleggia la distruzione e la devastazione lasciata da Hitler e dal suo regime nazista, secondo i ricercatori del NIOD Erik Somers e René Kok. Negli ultimi anni hanno studiato il ruolo che la fotografia ha giocato nella sofisticata creazione del “mito del Führer” attorno alla persona di Hitler. Il loro libro esce oggi Adolf Hitler, la biografia visiva

Propaganda

“Hitler è stato il primo nella storia a usare l’immagine in modo enfatico come mezzo per accumulare potere, e poi ad usarla in modo più ampio per mantenere il potere”, afferma Somers. L’ascesa di Hitler e del nazionalsocialismo negli anni ’20 coincise quindi esattamente con la tumultuosa ascesa della fotografia.

Somers e Kok hanno studiato decine di migliaia di foto originali di Hitler negli archivi. Ad ogni foto, hanno riesaminato il contesto storico e l’intenzione con cui è stata realizzata l’immagine. “La ricerca ci ha fornito molte più informazioni su come funzionava la propaganda per immagini in quel momento”.

Heinrich Hoffmann, fotografo e membro del NSDAP, convinse Hitler già nel 1923 che la fotografia era un mezzo importante per aumentare la sua notorietà e la sua immagine di uomo forte. “Hoffmann lavorerà con lui anche in uno studio, dove Hitler pratica i gesti come se pronunciasse un discorso davanti a un vasto pubblico”, spiega Kok. Hoffmann ha venduto le foto come cartoline.

READ  Svizzera, l'esercito abolisce l'obbligo di indossare biancheria intima lunga per le donne soldato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *