Coppa Italia, risultati: Bologna-Ternana 4-5, Crotone-Brescia 6-4, Salernitana-Reggina 2-0, Sampdoria-Alessandria 3-2, Sampdoria-Alessandria 3-2

Partita avvincente tra i rossoblù e gli umbri di Lucarelli che ottengono la qualificazione occupando l’ultimo posto dei padroni di casa. Crotone vince ai rigori con il Brescia, bene la Salernitana contro la Reggina. Vittoria in cambio della Sampdoria contro l’Alessandria

Stefano Carnevale Schianca

Si è concluso oggi il sorteggio dei sedicesimi di finale di Coppa Italia. Partita al limite della clamorosa organizzata a Dall’Ara: Bologna e Ternana danno spettacolo in Coppa Italia, ma la rimonta rossoblù non è finita e la squadra di Cristiano Lucarelli raggiunge i sedicesimi di finale. A Scida, dunque, la lotteria dei rigori sorride al Crotone, che battendo il Brescia prosegue la sua strada in Coppa. Convincente la prestazione della Salernitana, che passa contro una Reggina che non preoccupa mai la squadra di Fabrizio Castori. Pericolo evitato per la Sampdoria, che dopo un inizio complicato ha completato il ritorno a Marassi ha rialzato la testa ed è arrivata agli ottavi di finale.

BOLOGNA-TERNANE 4-5

Non è bastato il debutto al primo minuto di Marko Arnautovic per iniziare con il piede giusto la stagione del Bologna. Inizio da incubo per i rossoblù, che dopo 21 minuti sono già sotto di due reti grazie all’ottima azione individuale di Agazzi (7′) e al colpo di testa di Donnarumma (21′), che pochi minuti prima aveva anche sbagliato un rigore. Alla fine del primo tempo è successo di tutto: il gol di Dominguez (38′) su assist di Soumaoro ha accorciato le distanze, ma in meno di due minuti la Ternana ha ripristinato il doppio vantaggio grazie a Peralta, che a tu per tu con Skorupski non sbaglia .

Nella ripresa in meno di 10 minuti la Ternana trova altre due reti: Falletti prima e Peralta poi sembrano poter assicurare la partita agli ospiti. Ma il Bologna non c’è e si aggrappa all’esperienza di Arnautovic e Soriano per accorciare le distanze. Al 76′, dopo la terza conclusione dal punto gara, Orsolini ha ulteriormente ridotto le distanze. Il Bologna, però, è solo sul punto di rimontare, con la Ternana che nel finale riesce a contenere l’assalto rossoblù ea superare la curva. La squadra di Cristiano Lucarelli affronterà il Venezia negli ottavi di finale del 15 dicembre.

READ  riepilogo, report della partita e report della partita

Intanto arriva la conferma: Walter Sabatini, nonostante le voci di un presunto addio, resterà a Bologna: “Dopo questa sconfitta non ho più dubbi: resterò un altro anno, perché di fronte a certe situazioni stiamo lottando .e non stiamo scappando. Ci scusiamo per oggi”. E su Tomiyasu al Tottenham: “Per ora è un nostro giocatore, quindi vedremo nei prossimi dieci giorni. Eravamo disposti ad ascoltare un’offerta che non è ancora arrivata. : e per uno come lui deve essere molto importante.

CROTONE-BRESCIA 2-2 (6-4 DCR)

Buon inizio di allenamento per Filippo Inzaghi, partito forte nel pressing e nell’aggressività nella metà campo avversaria. Ma è il Crotone a firmare il gol a sbloccare il risultato: il tiro di Vulic dai 25 metri trova la deviazione decisiva di Aye, con Perilli ingannato dalla traiettoria del pallone che così affonda in rete (26′).

Immediata, a inizio ripresa, la reazione del Brescia: la sponda di Bajinc per Tom van de Looi (46′) è vincente e libera il centrocampista da una conclusione facile, sulla quale Festa non può nulla. I ragazzi di Filippo Inzaghi completano il parziale di ritorno, grazie al contropiede vincente per liberare Bajic in area, che non sbaglia il faccia a faccia con il portiere (67′). Il colpo di testa di Mulattieri su ottimo cross di Borello, però, riapre la gara di Ezio Scida (77′) ancora una volta. Non bastano i tempi regolamentari e nemmeno gli straordinari per decidere la partita. All’ultimo minuto di gioco, però, Pajac lascia il Brescia in corto a causa di una brutta scivolata su Benali. La lotteria dei rigori sorride ai rossoblù: vince il Crotone e i calabresi affrontano l’Udinese negli ottavi di finale del 15 dicembre.

READ  "Aggiunte elaborate e ipotetiche al protocollo"

SALERNITANE-REGGINA 2-0

Ritmi alti e grande equilibrio dominano la scena di Arechi a Salerno. Nel primo tempo la conclusione più pericolosa di Coulibaly: il tiro del senegalese, su passaggio decisivo di Bonazzoli, si ritrova senza nulla sopra la traversa. Belec, invece, viene ripetutamente sfidato da un Laribi in ottime condizioni. Il risultato non si sblocca fino alla ripartenza, quando Bonazzoli, su assist di Ruggeri, dopo uno spettacolare controllo finisce in rete e porta in vantaggio la neopromossa in Serie A (47′).

Alla Salernitana poi bastano solo 9 minuti nella ripresa per raddoppiare: ancora una volta Bonazzoli si trova al posto giusto da un cross di Kechrida e un preciso tiro-cross batte Micai sul palo opposto (55′). I padroni di casa sono quindi bravi a gestire il doppio vantaggio fino alla fine del match, vedendo l’annullamento di un gol di Capezzi per fuorigioco (77′). La squadra di Castori affronterà poi il Genoa agli ottavi di finale.

SAMPDORIA 3-2 ALESSANDRIA

L’Alessandria parte forte sullo sfondo di Marassi, con gli uomini di Longo che prendono il vantaggio dopo soli 8 minuti: ottima la presa di palla degli ospiti a centrocampo, con Chiarello che dal limite dell’area non manca di cross e rasoterra batte Audero su il posto opposto. La Samp ha reagito subito dopo un inizio difficile, con il gol di Quagliarella annullato per fuorigioco prima e poi la traversa di Thorsby. Al 28′ viene poi premiato il pressing dei blucerchiati: a pareggiare il match è il capitano da vicino. Ma l’Alessandria non c’è: a un minuto dalla fine del primo tempo Corazza va a segno e riporta in vantaggio gli ospiti (45′).

READ  Manchester City-Chelsea: allenamento ufficiale | Finale di Champions League in diretta

Nella ripresa la Samp si rialza e chiude il match: con Gabbiadini prima, che approfitta dell’errore della difesa (47′) e Throsby poi, su assist di Candreva dalla destra (52′), i blucerchiati completano il ritorno. L’espulsione di Benedetti (84′) ha agevolato la Sampdoria, che ha potuto quindi gestire con più disinvoltura il resto del match, sfiorando però il 4-2 con Caprari nel finale (89′) con i baffi. La squadra di Roberto D’Aversa ora affronterà il Torino nel prossimo turno.

ECCO IL SEDICESIMO, ORA…

L’appuntamento in Coppa Italia è ora posticipato al 15 dicembre, unica data per il prossimo turno della competizione. Ecco le coppie per gli ottavi di finale:

Sarà la Juventus ad aspettare la vittoria degli ottavi tra Torino e Sampdoria. Il Sassuolo attende dunque il risultato di Cagliari-Cittadella. Fiorentina-Benevento deciderà poi tra le avversarie del Napoli nel prossimo turno, con l’Atalanta a sfidare la vincente di Venezia-Ternana.

Il Milan affronterà poi la vincente tra Genoa e Salerno. Sarà Udinese-Crotone la partita per decidere sulla sfidante Lazio, con Roma e Inter che affronteranno rispettivamente le vincitrici Spezia-Lecce e Verona-Empoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *